Leggere le espressioni del volto è possibile? Dalle espressioni del volto di una persona spesso si può capire molto. Spesso possiamo comprendere quali emozioni stia provando il nostro interlocutore semplicemente osservando il suo volto e la sua postura fisica o i movimenti del corpo. Ci sono alcune persone che addirittura sono come un libro aperto e lasciano trapelare sul loro volto tutte le emozioni che provano in un determinato momento. Ci sono invece persone che cercano di mascherare le proprie sensazioni, e alcuni ci riescono proprio bene lasciandoci interdetti. Quante volte ti sarà capitato, parlando con un amico ad esempio, di avere una strana sensazione, come se non ci stesse dicendo la verità sulle sensazioni provate, ma nel dubbio se la nostra intuizione fosse vera o frutto della nostra immaginazione di lasciar perdere e fidarci delle parole, piuttosto che delle nostre sensazioni? E quale è il risultato di non provare a cercare di capire a fondo e affidarci solamente alla nostra ragione? Magari il nostro amico non si sentirà abbastanza compreso ad esempio. Ma come possiamo riuscire a leggere le espressioni sul volto del nostro interlocutore quando ci accorgiamo che non ci sta realmente dicendo cosa prova? Il corso di Microespressioni facciali ci permette di imparare a leggere e interpretare quali siano le reali emozioni provate dal nostro interlocutore in base ai movimenti e alle espressioni del volto. Paul Ekman, introduce a partire dagli anni 70 lo studio delle microespressioni facciali. Ad ognuna delle sei emozioni primarie ( rabbia, felicità, tristezza, disgusto/disprezzo, paura, sorpresa) viene associata una ben determinata espressione del volto, cioè quando proviamo una di queste sei emozioni si muovono alcuni muscoli del nostro volto che sono quelli e non altri e che portano appunto ad una espressione. Il F.A.C.S Facial Action Coding System, ci permette di imparare quali muscoli facciali sono coinvolti nell’espressione corrispondente all’emozione provata. Ma quali sono i vantaggi nel comprendere le emozioni? Prima di tutto per quanto riguarda le relazioni personali, ci può sicuramente aiutare a migliorarle. E poi potrà esserci utile per capire cosa veramente sta provando la persona che abbiamo di fronte.
Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali.

Leave a Reply