Comunicare con consapevolezza, comunicare con efficacia, saper leggere tra le righe i messaggi che riceviamo, diventano elementi sempre più microespressioni_faccialiimportanti nel nostro ambito lavorativo, personale e nella vita quotidiana in genere. La comunicazione è un elemento fondamentale per la nostra vita, come mangiare o dormire, e dal quale non si può prescindere. Non si può non comunicare è uno dei fondamentali della Pnl. Noi comunichiamo sempre e con strumenti differenti. Inoltre viviamo nell’era della comunicazione intesa come tale a 360°. E così dopo la Pnl, il linguaggio del corpo, la comunicazione non verbale dei gesti ecco che prendono campo, almeno in Italia solo da pochissimo tempo, le microespressioni facciali. Quello delle microespressioni facciali è un ambito tanto vasto quanto complesso. A noi giungono gli studi di Paul Ekman, che ha sviluppato le concezioni darwiniane sul legame delle espressioni facciali legate alle emozioni e all’universalità delle Microespressioni facciali. Paul Ekman così ci fornisce un nuovo strumento per la comunicazione efficace. Ma perché fare un corso di Microespressioni facciali? Quali sono i vantaggi? E come si possono imparare? Il perché come accennato all’inizio è piuttosto semplice. La comunicazione è ovunque, e diventa sempre più importante imparare a comprendere il linguaggio non verbale. Qualcuno potrà pensare: non basta conoscere il linguaggio del corpo? Si potrebbe bastare, ma il vantaggio di conoscere, riconoscere, saper leggere e interpretare le microespressioni facciali è dato dal semplice fatto che essendo così strettamente legate al fattore emotivo ci permettono una migliore lettura del messaggio che il nostro interlocutore ci vuole trasmettere, volontariamente o involontariamente. Al corso di Microespressioni facciali, possiamo imparare a capire quali siano le emozioni che influenzano le espressioni del nostro volto. Un corso di Microespressioni facciali ci può aiutare a comprendere meglio quali muscoli del volto entrano in gioco, quali sono le espressioni vere, che esprimono realmente una determinata sensazione o quali siano quelle simulate. Perché fare un corso di microespressioni facciali e non affidarsi allo studio fai da te? Perché per quanto a parole possa sembrare semplice, le microespressioni sono movimenti così rapidi e impercettibili che ci portano ad avere la necessità di qualcuno che ci guidi nel comprenderle, nel saperle leggere e interpretare. Inoltre richiedono un certo allenamento per diventare veramente bravi.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Microespressioni facciali.

Leave a Reply