Sono numerosi i fattori che possono influenzare le nostre capacità di apprendimento e memoria. Lo stress, la rabbia possono influire in apprendimentomaniera negativa sulla nostra capacità di apprendere impedendoci di mantenere la giusta concentrazione per poter apprendere con efficacia. Oggi parleremo dell’apprendimento e i sogni. I sogni possono aiutarci a migliorare il nostro apprendimento e la memorizzazione delle informazioni. Lo dimostra uno studio pubblicato su Current Biology. Esiste uno collegamento diretto fra il contenuto dei sogni e l’apprendimento di una nozione o di un compito specifico. I sogni sono il modo in cui il cervello analizza, integra e comprende a fondo le informazioni. Un test lo dimostra. Un centinaio di volontari sono stati sottoposti ad una prova che consisteva di trovare l’uscita di un labirinto virtuale. Dopo un’ora una parte dei volontari ha passato la successiva ora e mezza dormendo, un’altra parte svegli. E’ stata testata la fase non rem ( quella dei sogni meno frequenti) dei soggetti che avevano dormito dopo la prova. I soggetti hanno quindi raccontato se e cosa avevano sognato. Dopo alcune ore i soggetti sia che avevano sognato, che quelli che non avevano sognato hanno dovuto rifare il test del labirinto. Coloro che avevano dormito tra un test e l’altro hanno ottenuto un risultato dieci volte superiore a quelli che non avevano dormito. Inoltre coloro che non avevano dormito avevano passato la maggior parte del tempo, prima della seconda prova a ripassare e ripercorrere mentalmente il percorso. Se ci pensiamo bene, quante volte ci è capitato di aver studiato un’intera giornata, arrivare alla fine senza riuscire a ricordare molto e poi di svegliarci al mattino ripetendo la lezione o comunque ricordando ciò che avevamo studiato il giorno precedente? Quindi l’apprendimento e i sogni sono strettamente collegati.

Vuoi saperne di più su come migliorare le tue capacità di apprendimento e sviluppare la tua memoria? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

Leave a Reply