La Pnl, come abbiamo già accennato in precedenza, si occupa di studiare diversi aspetti della comunicazione con gli altri e con se stessi. Si occupa pnl-spaziodell’analisi dei diversi livelli di linguaggio, verbale, paraverbale e non verbale. Nel post di oggi andremo a vedere come lo spazio viene considerato in relazione alla nostra comunicazione. A differenza di ciò che pensiamo naturalmente, lo spazio che ci circonda non è semplice spazio vuoto ma viene considerato da ognuno di noi come appartenente alla nostra persona. Lo spazio intorno a noi influenza i nostri comportamenti e può essere visto come  un’area per difenderci. Gli elementi che caratterizzano il nostro comportamento nello spazio sono differenti. Oggi ne analizzeremo alcuni. Il primo è la vicinanza ossia la distanza tra due persone. La prossemica, che è il rapporto tra comunicazione e uso degli spazi personali, individua una classificazione delle diversi distanze tra le persone.

1)      Distanza intima (fino a 50 cm circa), è la zona più vicina al nostro corpo. E’ l’area dove hanno sede i fenomeni emozionali. L’accesso a questa zona è consentito solo alle persone più intime. Chiunque acceda a questa zona di intimità senza consenso è considerato un intruso e commette una vera e propria aggressione nei confronti della persona.

2)      Distanza personale ( tra i 50  e i 120 cm), l’accesso a questa zona è solitamente consentito ai familiari e ai conoscenti più stretti. Anche l’accesso non autorizzato a questa zona può essere fonte di disagio che aumenta se l’invasione diventa più grave.

3)      Distanza sociale (tra i 120 e i 360 cm). E’ una distanza adottata nei rapporti formali. Con queste persone non vengono affrontati problemi intimi ma argomenti di lavoro.

4)      Distanza pubblica (dai 365cm). E’ la distanza tipica che si assume durante conferenze o cerimonie. Il contatto è praticamente minimo. Spesso si tratta di un contatto visivo tra il relatore e il suo pubblico.

Rispettare le distanze significa riuscire a comunicare bene con l’altro. Rispettare e comprendere lo spazio altrui ci permette di capire meglio l’altro, di non dimostrarci aggressivi e di riuscire a stabilire un rapporto con l’altra persona.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e Pnl.

Leave a Reply