Torniamo a parlare di Pnl. I gesti per difenderci quali possono essere? La domanda potrebbe risultare ambigua, non si tratta di un corso di autodifesa nel vero senso dalla parola, ma di quali sono i movimenti che facciamo, più o meno consciamente con le braccia, quando ci sentiamo a disagio o in difficoltà in una determinata situazione. (vedi Pnl. I gesti) Se da bambini per difenderci o nasconderci da una situazione imbarazzante eravamo soliti trovare riparo dietro un oggetto o dietro i nostri genitori, da adulti utilizziamo il nostro stesso corpo come strumento di difesa, e in particolare le braccia. Incrociare una o entrambe le braccia al petto serve a creare una barriera che ci salvaguardi da uno stimolo esterno avvertito come minaccioso. Le braccia vengono spesso incrociate, in maniera inconscia, all’altezza del cuore e dei polmoni non a caso i nostri organi vitali. Consapevoli di questo sappiamo che possiamo utilizzare questa gestualità non solo per difendere noi stessi ma anche per inviare un messaggio al nostro interlocutore e far intendere il nostro senso di disagio o di disaccordo. Ovviamente come in tutte le cose anche in questo caso abbiamo il rovescio della medaglia. Le braccia conserte possono essere uno strumento di comunicazione o di difesa, ma possono rappresentare un limite nel campo dell’apprendimento. Le braccia incrociate determinano un atteggiamento di chiusura fisica agli eventi esterni, purtroppo però, tale atteggiamento si ripercuote anche sulla nostra mente. Quindi se stiamo assistendo ad una conferenza o ad una lezione, il solo fatto di tenere le braccia incrociate non ci permette di acquisire una grande quantità di informazioni. Alcuni esperimenti fatti su classi di studenti dimostrano che, in fase di ascolto e quindi di apprendimento, tenendo le braccia incrociate perdiamo il 30% delle informazioni che riusciremmo ad acquisire se le tenessimo appoggiate sulle gambe, sul tavolo o comunque non tenendole incrociate. La Pnl  (vedi Corso di Pnl)ci insegna quindi l’importanza di essere consapevoli degli strumenti del nostro corpo e di utilizzarli in maniera utile e in linea con l’obiettivo che vogliamo raggiungere.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario in Comunicazione Avanzata e programmazione neurolinguistica.

One Response to “Pnl. I gesti per difenderci”

  • [...] spesso assumiamo quando sentiamo la necessità di difenderci da qualcuno o da qualcosa (vedi anche Pnl. I gesti per difenderci). La postura che assumiamo quando portiamo le nostre braccia al petto indica un tentativo di creare [...]

Leave a Reply