Continua da post precedente “Pnl e linguaggio del corpo

Continuando l’argomento trattato nel post precedente andremo a vedere quali sono in Pnl i movimenti del corpo significativi. Anche la prossemica ci aiuta a capire cosa la persona che abbiamo di fronte vuole comunicarci. Il modo in cui le persone occupano lo spazio circostante, la vicinanza o la distanza tra due individui può farci capire il livello di intimità che c’è tra i due. Anche la postura di una persona è ricca di significati. Il modo di stare in piedi, la direzione dei piedi stessi può indicarci se quella persona è interessata a ciò che diciamo o se dentro di sé non vede l’ora di scappare via. Il modo in cui stiamo seduti, se incrociamo le braccia o le gambe può indicare o meno un’apertura al dialogo, nella conversazione l’avvicinarsi con il tronco esprimerà interesse e coinvolgimento. Al contrario l’allontanarsi con il tronco dall’interlocutore esprime scarsa voglia di dialogare. Dal modo in cui la persona gesticola, si tocca le mani, se si gratta in maniera compulsiva il naso, o se gioca con un bottone della giacca possiamo capire se quella persona sia a proprio agio nella conversazione o meno. Anche il movimento oculare ci comunica qualcosa. In base al movimento degli occhi possiamo capire se chi abbiamo di fronte sta pensando ad un evento passato o se sta creando ciò che ci espone nella sua mente. Anche il tono ella voce può rivelarci quale è il vero messaggio che il nostro interlocutore ci vuole trasmettere.  Al corso di Pnl possiamo imparare a tenere conto dei tanti elementi che il linguaggio del corpo ci suggerisce, la nostra capacità di comprendere gli stati emotivi del nostro interlocutore sarà sicuramente migliore e ci permetterà di calibrare la nostra comunicazione in modo tale da renderla più efficiente, da abbattere le barriere comunicative e migliorare la comprensione del dialogo senza fraintendimenti

Richiedi maggiori informazioni sul sito www.formazionepersonale.it.

One Response to “Pnl e i movimenti del corpo”

Leave a Reply