Nel post precedente “La memoria” abbiamo detto che la memoria è paragonabile ad un contenitore illimitato di esperienze e di informazioni. Sappiamo che tutto ciò che viene percepito dai nostri cinque sensi, e in particolare dalla vista, viene conservato nel nostro magazzino mnemonico ma che purtroppo non riusciamo sempre a ricordare le informazioni in quanto no vengono conservate in maniera ordinata. Sappiamo anche che le informazioni che ricordiamo con maggiore immediatezza e facilità sono quelle che hanno un impatto emotivo. Le tecniche di memorizzazione ci consentono di sfruttare al meglio il potenziale del nostro cervello sviluppandone al meglio le capacità. Le tecniche di memorizzazione si basano fondamentalmente sull’utilizzo di tre capacità che ognuno di noi possiede:

la memoria visiva, l’immaginazione;

la capacità associativa;

la creatività o emotività.

La memoria visiva e quindi l’ immaginazione, è quella capacità che ci permette di  vedere anche ciò che realmente non abbiamo davanti ai nostri occhi. Questo accade perché le immagini restano facilmente impresse nella nostra mente, quindi, ad esempio, se pensiamo alla parola tavolo, non abbiamo bisogno di avere un tavolo davanti a noi per poterlo vedere,  ci basta recuperare nella nostra mente l’immagine di un tavolo a noi conosciuto o che abbiamo già visto.

La capacità associativa è fondamentale per corretto funzionamento della memorizzazione ed e’ basata sul concetto di trasformazione. La nostra mente lavora tantissimo per associazioni. Sarà capitato a tutti, ad esempio, di sentire improvvisamente un profumo o una canzone e ricordarsi di una persona o di un momento particolare della propria vita.

La creatività o l’emotività sono fondamentali per memorizzare qualsiasi concetto. Dare una connotazione creativa o emotiva a ciò che dobbiamo memorizzare ci permette di fissare con maggiore facilità le informazioni nella nostra mente. Ad esempio, quasi nessuno di noi è in grado di ricordare cosa ha fatto il sabato del mese precedente, ma se quel giorno avessimo partecipato ad un evento in particolare saremmo in grado di ricordare molti più dettagli.

Con le tecniche di memorizzazione (vedi anche Corso di Memoria C.I.A.O.) possiamo essere in grado di imparare a sfruttare al meglio queste capacità, che utilizziamo spesso in maniera inconsapevole, ad usufruirne in maniera produttiva per memorizzare tutte quelle informazioni che sono importanti ma che non riusciamo a tenere a mente, sia che si tratti di argomenti di studio, che di aggiornamenti lavorativi o semplicemente della lista della spesa o delle cose da fare nella giornata.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario “C.I.A.O.Corso In Apprendimento Organizzato”.

Leave a Reply