Carissimo Francesco,

il mio risultato lo conosci perchè,per vie illecite (un mio amico tanto per far restare anonime le mie fonti) sono riuscita ad ottenere il tuo numero di telefono.
Ho rivissuto i momenti pre e post test d’ingresso, tutto il giorno delle “ X” e anche quello che è ben noto come il day after.
Non potrò mai dimenticare la TUA faccia quando ci hai visti uscire un perplessi e sconsolati e non ruggenti come tigri (o scalcianti come cavalli visto che noi lo preferiamo) come ti sarebbe piaciuto. Eri più abbattuto di noi e ti chiedo scusa per averti fatto sprofondare in una tale condizione…=)
lo stato d’animo di noi che stiamo “tra color che son sospesi” è impossibile da spiegare, il continuare a svolgere test per facoltà parcheggio con la paura di non essersi avvicinati di un passo a quel camice bianco poi, rende tutto ancora più pesante e opprimente e i respiri si accorciano ancora e ancora…
Ma poi ricevi la telefonata dell’amica felice (Giovannella )che ti chiede di controllare il risultato per darle buone notizie. E tu,tremando,le dici: “ok,vedo e ti richiamo.”
Battiti cardiaci che rimbombano in ogni centimetro del corpo tanto che temi si sentano da fuori, mani che tremano, diventano gelide e sudano al contrario della lingua che rimane intrappolata in una gola più secca che mai..per non dimenticare la presenza di una madre alla tua sinistra che aleggia su di te come un condor californiano!!!!!
Dopo varie peripezie leggi il risultato.
Ci sei.
Quel centimetro di spazio per cui hai lottato per due anni, che desideravi da ancor prima, è tuo.
Sei un centimetro più vicino al sogno di indossare quel camice bianco (senza confondersi con i macellai eh!con rispetto parlando) e piangi e ridi e gridi e la salivazione ricomincia e i battiti del cuore diventano musica e stavolta vorresti che da fuori si sentissero perchè tu hai vinto la tua battaglia, ti sei fatto spazio tra 1900 persone.
E telefonate e complimenti e congratulazioni e le classiche frasi del tipo “ne ero sicuro” giusto per sembrare un carissimo parente che non aveva mai dubitato delle tue capacità -.-’
E poi resti tu con te stesso. E ti stringi la mano, ti batti il 5, ti dai una pacca sulla spalla ti abbracci, ti baci ti dai anche un pizzicotto bello potente per prendere maggiore consapevolezza e resta tutto così, perfetto.
Poi leggi la lettera che ti eri scritto, sorridi.
E ascolti  “Fix you” dei Coldplay, che ti eri ripromesso di ascoltare in caso di fallimento, sorridi.
Guardi il libro di Marcello Celasco mentre lo togli via dal borsone, sorridi.
E sbadigli perchè la tensione cala e sei in vacanza finalmente. La vacanza più strana perchè inizia a settembre e al contempo la più bella del mondo perchè guadagnata e meritata più che mai.
Poi quelli come me il pensierino se lo fanno”oddio pensa se non fossi entrata…!” e, alla Enrico Ruggeri style, rewind e torni al bivio dentro-fuori cliccando l’opzione “fuori”.
Brutta storia!!! Personalmente avevo detto a mia madre di non lasciarmi sola in quel caso perchè mi sarei tagliata le vene!!=)
Beh,ci tenevo a condividere con te le mie sensazioni metabolizzate, so che capisci le emozioni e che ti piace essere reso partecipe di quelle altrui e di chi, come me, è un po’ una tua creatura.
Un abbraccio e l’ennesimo ringraziamento

Benedetta.

Allieva della Scuola Empedocle.

Non credo ci sia bisogno di commentare. Però questa “confessione” spontanea vuole essere anche uno spunto, un’ispirazione che ci insegna che la dedizione, l’impegno, la preparazione sono veramente gli ingredienti fondamentali per raggiungere i nostri obiettivi e superare tutti i test d’ingresso che decideremo di affrontare nella nostra vita.

I percorsi per ottenere successo sono alla portata di tutti. Richiedi informazioni sul seminario di Memoria “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”

www.formazionepersonale.it

Accedi al canale YouTube Cordua Formazione e guarda il video di chi, come Benedetta, ha superato con successo il test d’ingresso in Medicina e alle facoltà a indirizzo sanitario

3 Responses to “Superare il test di Medicina. Un’esperienza di successo!”

  • [...] di leggere una testimonianza di chi, grazie all’impegno, alla dedizione e alla preparazione ha superato con successo il test di Medicina. Ma come è possibile per ogni studente prepararsi in maniera efficiente ed efficace per affrontare [...]

  • [...] Una scuola che permette ai propri allievi di seguire un percorso specifico, extrascolastico ovviamente, per formarli e prepararli ad affrontare i test d’ingresso alle facoltà a numero programmato agisce positivamente in due sensi. Prima di tutto aumentando il prestigio della scuola. In secondo luogo, e non certamente per importanza, da una formazione VERA ai propri alunni, che  non si limita solo ad insegnargli delle nozioni, ma a guardare, a progettare, programmare il loro futuro. E’ quello che succede in un liceo scientifico di Messina. Agli alunni che vogliono fare medicina viene data la possibilità di fare un percorso formativo specifico che li prepara per affrontare il test d’ingresso, preparandoli sulla cultura generale, sulla fisica, matematica, biologia e logica. E i numeri parlano: il 70%  degli studenti che hanno seguito un percorso formativo specifico supera con successo gli esami di sbarramento per le facoltà di Medicina e Odontoiatria (vedi articolo precedente Superare il test di Medicina. Un’esperienza di successo) [...]

  • [...] Siamo « Superare il test di Medicina. Un’esperienza di successo! Superare con successo i test d’ingresso [...]

Leave a Reply