Continua da post precedente

Nel post precedente abbiamo visto alcuni tipi di memoria: la memoria procedurale o implicita, la memoria semantica, la memoria episodica e autobiografica. Ecco di seguito altri tipi di memoria.
- Memoria iconica: è la memoria che consente di trattenere una certa quantità di informazioni visuali o spaziali che vanno a collocarsi nella memoria recente. Se si guarda per breve tempo una serie di lettere o numeri, è possibile ricordarne con esattezza alcuni elementi. L’efficacia della memoria visiva si identifica con il numero di elementi correttamente ricordati, seguendo l’esatta sequenza. Questo tipo di ricordo è dovuto probabilmente alle brevi immagini impresse sulla retina e registrate dopo uno stimolo visivo. A differenza di quanto accade con l’apprendimento, in cui le informazioni vanno a depositarsi nella MLT (memoria a lungo termine), nella memoria iconica, a brevissimo termine, la precisione e i dettagli di un ricordo svaniscono così in fretta come sono stati velocemente memorizzati.  
- Memoria visiva: è la memoria che consente di conservare le impressioni visive e in particolare le immagini. Chi dispone di sviluppata memoria fotografica (visiva) per apprendere la lezione la scrive, o visualizza la pagina del libro, in modo tale che quando la ripete è come se leggesse mentalmente le singole frasi.

- Memoria uditiva: è la memoria che possiede chi ha facilità a ricordare sequenze sonore piuttosto che i timbri musicali Il soggetto uditivo impara la lezione dalla spiegazione dell’insegnante o leggendola ad alta voce.
- Memoria motoria: è la memoria che facilita la memorizzazione di sequenze motorie del corpo.
Ognuno di noi dispone in diversa misura di ogni tipo di memoria con una particolare predisposizione naturale all’utilizzo di ciascuna di esse.

Richiedi informazioni sul sito www.formazionepersonale.it.

Leave a Reply