Abbiamo spesso parlato di Pnl, cercato di capire a cosa può essere utile, come imparare e utilizzarne le strategie. La studiamo, frequentiamo corsi, seminari, master avanzati (vedi Corso di Pnl). Ma ci siamo mai chiesti il motivo per i quale qualcuno si preso la briga di “inventare” e promuovere la Pnl? Sappiamo che la Pnl nasce da uno studio approfondito sul lavoro di personaggi come Milton Erickson o Fritz Perls. Ma perché hanno scelto proprio loro? Bandler e Grinder si sono messi a studiare l’attività di personaggi di successo. Essi riuscivano ad ottenere, ciascuno nel proprio campo specifico, risultati eccellenti mentre altri no. Erano estremamente creativi e riuscivano a trarre soluzioni innovative dove altri vedevano solo sfide insormontabili. In particolare, mostravano alle persone come stare bene, come risolvere i loro problemi e come superare le sfide quotidiane con l’atteggiamento giusto. La Pnl, non è solo teoria, ma soprattutto pratica, non ha caso si basa sullo studio delle strategie, dei comportamenti e delle azioni di personaggi vincenti in attività. Lo scopo principale della Programmazione Neurolinguistica è quello di capire come funziona il cervello umano, capirne i meccanismi, studiare e riprodurre le strategie dei vincenti. Possiamo dire che la Pnl trova atteggiamenti e metodi efficaci, codifica e semplifica quei metodi, replica gli stessi schemi di successo in altri campi dell’attività umana. Quindi una volta che abbiamo capito come funziona il nostro cervello e come usarlo, possiamo decidere per che cosa usarlo in maniera produttiva Ovviamente non bisogna trarre conclusioni in maniera semplicistica. Lo studio della Pnl nasce dalla volontà di capire come sia possibile raggiungere risultati importanti in ogni campo della propria vita. La Programmazione Neurolinguistica ci fa capire come ogni esperienza e ogni attività dell’uomo sono frutto di un processo di apprendimento che può essere replicato, adattato e migliorato. La Pnl è fondamentalmente un processo cerebrale che permette ad ogni individuo di adottare il giusto atteggiamento e di utilizzare le giuste strategie per apprendere ciò che interessa e raggiungere i propri obiettivi. Certo si compone poi di una più ampia gamma di aree di miglioramento come la comunicazione efficace e il linguaggio del corpo ecc. Ma prima ancora di iniziare a studiare e ad applicare la Pnl dobbiamo ricordare quali sono i motori che hanno spinto chi prima di noi a crearla e noi stessi a volerla studiare e utilizzare.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario in Neurolinguistica.

Leave a Reply