Continuiamo il post precedente sulla comunicazione assertiva. È importante anche evitare di ferire la sensibilità altrui con espressione o giudizio offensivo. La componente cognitiva comprende tutti i pensieri che condizionano il nostro comportamento. Esistono persone talmente esigenti nei propri confronti da negarsi una possibilità di essere assertivi o che rinunciano a farsi valere per mancanza di fiducia in se stessi sconfinando in atteggiamenti rinunciatari. Sarebbe invece utile l’atteggiamento opposto: credere nella propria capacità di affermarsi e di immaginarsi nell’atto di riuscire. La componente emotiva comprende il livello di emotività e il tono e il volume della voce. È importante trasmettere il proprio messaggio al livello emotivo più adatto alla situazione, perché il tono di voce ha un ruolo decisivo nell’opera di persuasione. La componente non verbale è estremamente importante. Gran parte della comunicazione avviene infatti non verbalmente, e la comunicazione non verbale ha un forte impatto sull’interlocutore. Un’analisi dei vari comportamenti non verbali può essere basata sul contatto visivo, sulle espressioni del volto, sul silenzio, sul tono, volume e inflessione della voce, sui gesti e sul linguaggio del corpo (vedi anche Corso di Pnl). La comunicazione assertiva consente di migliorare i rapporti con gli altri perché ci aiuta ad essere noi stessi, ci fa riflettere su come potenziare in modo naturale, tutti i nostri canali comunicativi. Con un po’ di allenamento allo stile assertivo si riuscirà, con naturalezza e semplicità, a gestire ogni problema nato dall’incontro con l’altro. La comunicazione assertiva è un nuovo modo di comunicare. Ha come obiettivo quello d’impostare le relazioni interpersonali in modo collaborativo e costruttivo. È una comunicazione che evita lo scontro, prende le distanze dall’aggressione verbale, o dall’inespressività dovuta alla passività. La comunicazione assertiva permette di esprimersi in modo chiaro, semplice e diretto. Evita l’uso di pregiudizi o generalizzazioni. La persona che utilizza questo stile comunicativo, si assume la responsabilità dei propri errori, sa accettare la critica, e critica a sua volta, in modo costruttivo, senza sminuire l’autostima dell’altro. Il comunicare in modo assertivo consente di costruire buone relazioni attraverso uno stile comunicativo chiaro, semplice e diretto del resto fondamenti della comunicazione efficace.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario in Neurolinguistica.

Leave a Reply