Continuiamo a parlare dello studio e di come organizzarlo (vedi il post precedente Studio organizzato…successo assicurato) in modo da ottenere risultati migliori con più facilità. Analizziamo oggi le differenze sta lo studio a tempo e lo studio per argomento. I metodi utilizzati dalla maggior parte degli studenti, in particolare da quelli universitari, sono due. Lo studio a tempo è semplicemente tutto ciò che si riesce a studiare in un certo lasso di tempo che abbiamo a disposizione. Lo studio per argomento è proprio il contrario, ovvero scegliamo un argomento abbastanza circoscritto cerchiamo di capirlo e memorizzarlo. A seconda del tipo di materia e dell’organizzazione della nostra giornata sarà molto importante decidere se dedicarsi a uno studio a tempo o ad argomento. Il primo tipo di studio è generalmente quello che viene utilizzato da chi non ha un vero e proprio metodo, mentre il secondo è quello utilizzato da chi ha un maggiore interesse per la materia stessa. Entrambi i metodi hanno vantaggi e svantaggi. L’obiettivo è quello di trarre vantaggio da entrambi e sfruttarli a nostro vantaggio in base alla nostra organizzazione. Ci sono dei casi in cui lo studio a tempo è preferibile, ed altri in cui non lo è affatto. Generalmente lo studio a tempo è utile quando: abbiamo poco tempo a disposizione per impostare uno studio per argomento o non siamo in grado ancora di determinare bene le nostre capacità di studio. Il primo caso è generalmente quello di uno studente alle prese con un esame da preparare in pochissimo tempo. In tal caso comunque l’errore è stato fatto a monte, ed è un errore più generale di organizzazione dello studio. Se l’esame è improrogabile e la situazione non è modificabile allora lo studio a tempo è l’unica soluzione. Il secondo caso invece è quello di una persona che ancora non riesce a valutare bene la propria capacità di studio rispetto agli argomenti. Così può capitare che studiando per argomento si sobbarchi di una mole di lavoro eccessiva, non riuscendo a smaltirla o inconsistente facendo così molta fatica e non riuscendo sempre a portare a termine il proprio compito in tempi relativamente brevi. Nell’acquisizione di un’organizzazione di studio intelligente è importante perciò la coscienza delle proprie capacità, e la stesura di un piano a lungo termine, che suddivida il carico di lavoro in maniera equa. Durante i corsi di apprendimento organizzato (vedi Corso di Memoria C.I.A.O.) viene insegnato ad utilizzare uno strumento che unisce la praticità dello studio a tempo alla sicurezza dello studio per argomento. Il Masterplan ci permette di organizzare il nostro piano di studio determinando il tempo da dedicare a ciascun argomento in modo tale da unire entrambi i metodi, risparmiando tempo e ottenere risultati soddisfacenti.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

2 Responses to “Come studiare?”

Leave a Reply