L’organizzazione dello studio permette allo studente di vivere il suo rapporto con i libri in maniera ottimale. A quanti di noi sarà successo di dover rinunciare alla uscite con gli amici o al proprio tempo libero perché avevamo poco tempo per preparare un esame o un’interrogazione? E’ una situazione piuttosto comune alla quale però si può porre rimedio se si riesce ad organizzare lo studio in maniera corretta, riuscendo così a trovare il tempo da dedicare alle uscite con gli amici, ai propri hobbies e al proprio tempo libero. Inoltre, essere organizzati quando si tratta di studiare aiuta a vivere lo studio in maniera decisamente positiva. Se siamo consapevoli di quali siano le nostre capacità e quindi quanto tempo impiegheremo per preparare il nostro esame o la nostra interrogazione, partiremo sicuramente avvantaggiati. Chi è organizzato vive meglio, e riesce a far fruttare al meglio il tempo da dedicare allo studio lasciando spazio al proprio tempo libero. La “regola del prima il dovere poi il piacere” può finalmente essere infranta in quanto una persona organizzata è in grado, una volta quantificato il tempo da dedicare allo studio, di dedicare tempo a se stessi, con la certezza di riuscire a portare comunque a termine gli obiettivi prefissati. Avere i tempi scanditi ci permette di essere più tranquilli e rilassati nel momento in cui non facciamo il nostro dovere, e crearci un’autostima da organizzazione ci permette di eliminare quel fastidioso senso di ansia che proviamo nel momento in cui sappiamo che ci attende tanto lavoro da svolgere. Sappiamo infatti che quando verrà il momento saremo in grado di svolgerlo, al 100% (vedi anche Gestione del tempo. Quali sono le nostre priorità?). È perciò importante l’organizzazione dello studio (ma anche del lavoro), che deve essere sviluppata in maniera elastica, a misura del singolo,  in maniera tale che ognuno possa individuare quale sia il metodo più adatto a se stesso. Uno degli aspetti fondamentali dell’ organizzazione dello studio è indubbiamente la costanza. La costanza crea autostima, che a sua volta crea voglia di fare e di andare avanti nel perseguire i propri obiettivi. È un circolo virtuoso da innescare in noi stessi, che richiede molta meno applicazione di quanto non sembri. Se siamo costanti nello studio facciamo capire al nostro cervello che le informazioni che dovranno essere immagazzinate sono importanti, e per questo motivo vanno conservate in una memoria diversa da quella a breve termine, creeremo così una continuità tra le informazioni. Studiare dieci ore continuate al giorno, cosa che spesso accade, non serve a nulla, in quanto la concentrazione diventa sempre più scarsa e il risultato è quello di dimenticare dopo poco tempo le informazioni studiate. L’organizzazione dello studio ci permette di:
-    Eliminare tensioni e stati d’ansia;
-    Mantenere il ricordo delle informazioni memorizzate anche nel lungo termine ;
-    Lo studio non è uno stress ma un qualcosa di costruttivo o un mezzo per raggiungere un obiettivo.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul “Corso di Memoria C.I.A.O..

One Response to “Studio organizzato…successo assicurato”

Leave a Reply