Nel post precedente “Il linguaggio del corpo. Come leggerlo”abbiamo posto la nostra attenzione sul fatto che la lettura del linguaggio del corpo segue si una sorta di codice, ma che bisogna sempre e comunque contestualizzare i segnali del corpo, a seconda della situazione e della persona che abbiamo di fronte. Oggi vedremo alcuni esempi per capire come possiamo interpretare il linguaggio del corpo della persona che ci sta di fronte, del nostro interlocutore e di noi stessi (vedi anche Corso di Pnl). Leggendo in maniera accorta e senza pregiudizio il linguaggio del corpo possiamo ad esempio scoprire che le braccia incrociate per una persona significano qualcosa di completamente differente da ciò che significano per qualcun altro, quindi non necessariamente rappresentano una stato si chiusura fisica e mentale. Ricordiamoci che il linguaggio del corpo rivela chi siamo, con una stretta di mano ad esempio riveliamo qualunque cosa. E noi mostriamo ciò che stiamo sentendo in ogni particolare momento. Se ci aspettiamo dissenso in una riunione a cui stiamo partecipando, lo mostreremo nel nostro linguaggio del corpo. Se pensiamo ad un ricordo felice anche noi lo mostriamo nel nostro linguaggio del corpo. Anche negli stati di associazione e di dissociazione si possono leggere elementi interessanti. Se una persona per esempio si trova in uno stato associato abitualmente si piega in avanti e gesticola animatamente per mostrare le proprie impressioni, si può interrompere durante un discorso in quanto le emozioni regolano le sue azioni. La persona associata, quando parla delle proprie sensazioni tende a tenere le mani vicino al cuore. Al contrario, una persona che si esprime, in maniera dissociata, rispetto a ciò che si sta trattando tende a stare seduto o piegato indietro. La tendenza è quella di mantenere una distanza tra se e la situazione. Il nostro linguaggio del corpo è fortemente influenzato dalle nostre emozioni. Se ci osserviamo mentre facciamo o pensiamo di fare qualcosa che non vorremmo fare ci accorgiamo che il nostro corpo è in tensione. Al contrario se i nostri pensieri e le nostre azioni sono rivolti a qualcosa di piacevole il nostro corpo apparirò rilassato.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario in Neurolinguistica.

Accedi al canale YouTube di Cordua Formazione e guarda i video dedicati!

2 Responses to “Interpretare il linguaggio del corpo. Alcuni esempi”

Leave a Reply