Continuiamo a parlare di Pnl e dei filtri che possiamo utilizzare per modificare il nostro stato emotivo. Nel post precedente (Pnl. Riconoscere e cambiare gli stati emotivi) abbiamo analizzato lo stato associato e dissociato, quindi di come in basta allo stato emotivo in cui ci troviamo o decidiamo di trovarci possiamo rivivere le sensazioni provate in precedenza rimanendo associati a quelle oppure come distaccarci, mantenendo uno stato dissociato se le sensazioni provate in precedenza sono spiacevoli. Andiamo avanti ad analizzare gli altri filtri.

Lo stato verso e via da. La nostra mente è molto potente e i pensieri che facciamo influenzano le nostre azioni e i risultati che vogliamo ottenere. Se pensiamo ad un obiettivo che vogliamo raggiungere, che cosa abbiamo in testa? Prendiamo ad esempio di voler dimagrire, nella nostra testa immaginiamo come sarebbe essere più magri, sentirci in forma, le sensazioni che proveremo, la soddisfazione nel guardarci allo specchio e vederci in forma, oppure pensiamo al peso che vorremmo perdere e al cibo al quale dovremo rinunciare? Se la risposta è la prima possiamo catalogare il nostro pensiero come uno stato “verso” cioè la nostra mente è totalmente focalizzata  verso l’obiettivo da raggiungere. Se la risposta è la seconda in nostro pensiero è uno stato “via da”, non pensiamo a cosa vogliamo raggiungere ma a cosa non fare, cosa non volere per raggiungere il nostro obiettivo. Ora entrambi i pensieri hanno lo stesso prezzo, ma allora non è meglio se vogliamo raggiungere uno scopo con facilità, serenità e soprattutto avendo una maggiore probabilità di successo adottare il primo?

Filtri corrispondenza e discordanza, sono facili da individuare e utilizzare nel linguaggio. Chi seleziona per corrispondenza tende a individuare persone, situazioni, caratteristiche simili a se stesso, quindi a trovare una corrispondenza. Chi selezioni per discordanza tende invece a trovare tutte le differenze possibili. Tali tipo di selezione sono sicuramente influenzate dall’ambiente, dal tipo di lavoro che svolgiamo e da come noi stessi filtriamo la nostra realtà. Nella vendita (vedi anche Come comunicare con empatia?) è importante imparare ad individuare che filtro sta utilizzando la persona che abbiamo di fronte per poter capire meglio quale sia la sua mappa del mondo e calibrare la nostra comunicazione in modo da rendere il nostro messaggio efficace e produttivo.

Continua…

Richiedi informazioni sul corso di Pnl visitando il sito www.formazionepersonale.it.

Guarda sul canale YouTube Cordua Formazione i video dedicati!

One Response to “Pnl. Riconoscere e cambiare gli stati emotivi. Seconda parte”

Leave a Reply