Continuiamo a parlare di Pnl e vendita. Nei post precedenti abbiamo visto come sia importante in fase di vendita e di comunicazione capire quali siano i bisogni reali dei nostri interlocutori, l’importanza del rapport e dell’empatia  per una vendita ed una comunicazione efficace. Ma come è possibile entrare veramente in contatto con la realtà interna del nostro interlocutore, quindi capire la sua chiave di lettura del mondo e della realtà? Uno degli strumenti che ci viene fornito dalla Pnl (vedi Corso di PNL) è il Metamodello. Il meta modello consiste in un insieme di domande utili ad approfondire e specificare la struttura profonda dell’esperienza del singolo. Ovvero la rappresentazione sensoriale della realtà della persona che abbiamo di fronte. Attraverso il linguaggio ciascuno di noi comunica la propria mappa del mondo mediante l’utilizzo dei tre procedimenti universali del modellamento umano: generalizzazioni, cancellazioni e distorsioni. Il compito del meta modello ha il compito di riscontrare e ribattere tali espressioni in modo tale da risalire all’esperienza vissuta in origine. Il Metamodello è un procedimento molto utile a diversi scopi. Possiamo utilizzare il Metamodello per definire gli obiettivi in modo tale che siano ben chiari e facilmente raggiungibili, risolvere diverse problematiche in modo tale da arrivare con maggiore facilità ad una soluzione, dare oppure raccogliere informazioni precise, migliorare le proprie strategie di comunicazione in base alla determinata situazione vissuta, approfondire il VAKOG del nostro interlocutore, allargare la mappa, confrontando in particolare le cancellazioni, operare il cambiamento e ristrutturare l’esperienza, confrontando nello specifico le deformazioni. Individuare le violazioni del linguaggio (quindi generalizzazioni, cancellazioni e distorsioni) che noi stessi compiamo non è sempre immediato, mentre quelle da cui siamo “esenti” ci si evidenziano in modo pressoché automatico. Il Metamodello è un modello linguistico nato per raccogliere informazioni e per contestare i diversi processi di cancellazione, distorsione e generalizzazione presenti nella struttura superficiale. Il Metamodello viene anche definito come “modello di precisione”, essendo proprio la precisione il suo obiettivo. Attraverso la comprensione di questi elementi possiamo divenire capaci di:

andare al di là delle obiezioni del nostro interlocutore

creare una comunicazione più chiara ed immediata

comprendere le intenzioni nascoste

concludere più vendite.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni.

Guarda il video sul Metamodello e visita il canale YouTube Cordua Formazione

Leave a Reply