Ormai è assodato e scientificamente provato… il caffè aiuta a migliorare la memoria e risveglia i nostri centri dell’attenzione. Alcuni studi condotti dall’Università di Barcellona provano che  il potere stimolante della caffeina funziona davvero, meglio con un cucchiaino di zucchero. Addolcire il nostro caffè favorisce un migliore funzionamento del metabolismo cerebrale. Zucchero e caffè messi insieme creano un binomio eccezionale, migliorano le prestazioni cognitive e aumentano l’efficienza delle aree del cervello responsabili per l’attenzione e per la memoria a breve termine ossia la memoria lavoro. Lo studio è stato condotto su 40 volontari consumatori abituali di caffè. I vari test e risonanze magnetiche hanno dimostrato che l’assunzione di caffè zuccherato provoca la riduzione dell’attività nella corteccia parietale bilaterale e quella nella corteccia prefrontale sinistra (entrambe aree responsabili delle funzioni della memoria e dell’attenzione). Nonostante la riduzione del funzionamento di queste due aree è stato rilevato un aumento delle prestazioni complessive del cervello. Ma è solo merito del caffè? Si e no. Sicuramente non possiamo dare torto a studi scientificamente provati. E’ anche vero che non è solo il caffè a permetterci di migliorare le nostre prestazioni. Se pensiamo a quando facciamo la pausa caffè durante la giornata lavorativa o di studio, pensiamo a quei pochi minuti come un’occasione per staccare un attimo la spina. E in effetti è ciò che accade davvero. Come quando dormiamo in nostro cervello va in standby dando la possibilità alle informazioni apprese di sedimentarsi nella nostra mente e di passare alla memoria a breve termine. Quindi non possiamo rassicurare i grandi bevitori di caffè che bere caffè, zuccherato si intende e fare una pausa, almeno ogni due ore di lavoro o di studio ci aiutano a migliorare le nostre capacità cognitive, di attenzione e di concentrazione. Attenzione però che stiamo parlando di memoria a breve termine. Nei post successivi torneremo a parlare di memoria e capire come fare a ricordare le informazioni nel lungo periodo.

Vuoi saperne di più? Chiedi informazioni sul Corso di Memoria “C.I.A.O.” visitando il sito www.formazionepersonale.it

Leave a Reply