Torniamo a parlare di microespressioni facciali. Recentemente ha stimolato la curiosità di molti di noi la serie televisiva “Lie to me”, dove Cal Lightman, studioso esperto della comunicazione non verbale ed infallibile nel capire quando una persona non dice la verità, mette il suo talento a servizio della giustizia. Al di la dell’impronta romanzesca, tipica delle serie televisive, che sicuramente ha tenuto molti di noi incuriositi e incollati alla schermo della tv, il personaggio del dottor Lightman e in particolar modo le sue grandissime doti di comunicazione e capacità di lettura del linguaggio del corpo sono ispirate a fatti reali. Le capacità di interpretazione del linguaggio del corpo e in particolare dei movimenti del volto prendono spunto dagli studi condotti da Paul Ekman negli anni ’70. Quello che vediamo fare dal dottor Lightman nel telefilm, ha un serio fondamento scientifico, Ekman infatti ha dimostrato attraverso i suoi studi come sia possibile interpretare le emozioni provate attraverso i movimenti del volto. Si tratta di uno studio molto particolare, che ha richiesto diversi anni di esperimenti. Ekman ci spiega come attraverso l’osservazione delle espressioni e delle microespressioni facciali, possiamo essere in grado di leggere sul volto del nostro interlocutore quali particolari emozioni stia provando. Ekman si è concentrato sulle sei emozioni primarie: rabbia, felicità, disgusto, tristezza, paura e sorpresa.  Per tutti gli esperti e appassionati in neurolinguistica e in linguaggio del corpo, la conoscenza delle microespressioni facciali rappresenta sicuramente un passo in avanti, un valore aggiunto da dare alla propria formazione personale. Una competenza che, per chi ha fatto della comunicazione efficace un valore importante nella propria vita, sicuramente non può mancare. Al corso sulle microespressioni facciali è possibile imparare a riconoscere le emozioni sul volto del nostro interlocutore, saper gestire gli aspetti non verbali del parlato, riconoscere gli elementi per identificare una bugia e quali sono i comportamenti migliori da adottare nel momento in cui riconosciamo una delle sei emozioni primarie sul volto della persona che abbiamo davanti. Per saperne di più sul corso sulle microespressioni facciali visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi maggiori informazioni sul seminario.

Guarda il video di presentazione del corso sulle microespressioni facciali sul canale YouTube di Cordua Formazione

Leave a Reply