Nei post precedenti abbiamo visto come sia possibile utilizzare le mappe mentali per prendere appunti, creare un’agenda o un diario (vedi anche Vantaggi dell’agenda e del diario su mappa mentale), per riassumere un testo. Oggi andremo a vedere il processo inverso. Cioè come utilizzare per mappe mentali per scrivere un saggio.

Mentre prendere appunti o riassumere un testo con le mappe mentali significa ricavare gli elementi essenzali da un testo, creare una mappa mentale per scrivere un saggio significa passare dalla struttura grafica alla struttura lineare.

I passaggi che ci consentiranno di scrivere un saggio utilizzando le mappe mantali sono i seguenti.

  • Iniziare a produrre la mappa mentale partendo dall’immagine centrale che rappresenta l’argomento principale del nostro testo.
  • Scegliere le nostre BOIs (Basic Ordering Ideas), cioè le idee principali che vogliamo sviluppare. Queste costituiranno i rami principali della mappa mentale.
  • Lasciamo fluire liberamente i nostri pensieri. La struttura ramificata della mappa mentale ci consente di aggiungere informazioni, nuove idee da sviluppare in ogni momento. In questa fase sarà molto utile utilizzare codici, colori, simboli, per indicare riferimenti incrociati o associazioni tra aree differenti.


  • Organizzare e riordinare la mappa per avere una visione di insieme chiara.
  • A questo punto possiamo iniziare con la stesura della prima bozza del saggio utilizzando la mappa mentale come schema. Se la mappa è ben organizzata ci aiuterà a riconoscere tutte le sottodivisioni principale del saggio, in che modo sviluppare le idee e in che modo i punti chiave sono collegati tra loro (vedia anche Mettere in ordine le proprie idee con le mappe mentali). In questa fase scriveremo il più velocemente possibile, senza soffermarci sulle aree che ci creano più difficoltà, su parole particolari o struttura gramamticali complesse. Creeremo una sorta di flusso di idee, mentre in un secondo momento torneremo ad analizzare le aree lasciate in sospeso.
  • Può capitare di avere il “blocco della scrittore”, in questo caso possiamo fare un’altra mappa mentale per stimolare la produzione di idee. Talvolta anche solo osservare l’immagine principale può darci nuovi spunti. Possiamo aggiungere nuovi rami alla nostra mappa. Inoltre ricordiamo che la tendenza della nostra mente al completamento ci darà un grande supporto in questo senso.
  • Infine faremo una revisione della nostra mappa mentale e completeremo il nostro saggio, aggungendo citazioni e le conclusioni.

Utilizzare le mappe mentali per scrivere un saggio ci consente di rimpiazzare le numerose pagine utilizzare per scrivere le bozze e inoltre ci consente di avere le idee chiare sull’argomento e sui punti da sviluppare in maniera quasi isantanea.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sulle mappe mentali e sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

One Response to “Mappe mentali per scrivere un saggio”

Leave a Reply