Nel post di oggi approfondiremo il tema della creatività. Il matematico Henri Poincaré la definisce in questo modo: “Creatività è unire elementi esistenti con connessioni nuove, che siano utili”.

Sulla creatività sono stati fatti numerosi studi di neurospicologia, che prendono in considerazione le funzioni cerebrali, come la memoria, il linguaggio e l’attenzione. Lo studio della creatività è stato concentrato sulle capacità dell’atto creativo del singolo, e una delle deduzioni si basa sul fatto che il cervello contenga informazioni memorizzate in maniera isolata e che alcuni stati mentali ci consentano di dare vita a nuove associazioni tra gli elementi conservati nella nostra mente. Chi pensa per immagini avrà più facilità a creare nuove associazioni rispetto a chi pensa per parole. Quindi una domanda spontanea potrebbe essere: ma se io non riesco a pensare per immagini, non posso essere creativo?

La creatività può essere insegnata e appresa, o meglio sviluppata.

Di tecniche ne esistono diverse come:

  1. le mappe mentali, (vedi anche Come impiegare le mappe mentali)la cui costruzione radiale e grazie all’utilizzo delle immagini ci consentono di sfruttare al meglio la creatività e di creare nuove e varie associazioni di idee
  2. il brainstorming, letteralmente “tempesta cerebrale” e che come abbiamo visto consiste nella libera espressione in forma scritta di soluzioni ad un problema o del libero flusso di idee; (vedi anche Brainstorming e mappe mentali);
  3. il pensiero laterale, cioè la risoluzione di problemi partendo da un’osservazione da diverse angolazioni, quindi prescindendo dalla soluzione diretta del problema. Con il pensiero laterale si ha la possibilità di cercare elementi, idee, intuizioni.

Ed è proprio per questi motivi che utilizzare la creatività per memorizzare e per studiare è fondamentale. Il pensiero creativo ci consente di avere una maggiore apertura mentale, trovare con più facilità soluzioni, memorizzare in maniera più solida ed efficace, creare associazioni. Inoltre ci aiuta a tenere la nostra mente in continuo allenamento.

Vuoi saperne di più sulla creatvità? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

3 Responses to “Creatività. Brainstorming, mappe mentali e il pensiero laterale”

Leave a Reply