Quante volte ci è successo di essere in ritardo con la preparazone di un esame e di ridurci nell’ultima settimana a studiare per ore senza sosta?

Molti studenti sono convinti che studiare senza alcuna distrazione o pausa aiuti la memorizzazione. Diversi studi invece dimostrano come le pause e i ripassi giochino un ruolo fondamentale nel processo di apprendimento. Infatti chi studia senza fare pause avrà un rendimento sicuramente inferiore rispetto a chi si concende il tempo di staccare dallo studio per lasciar sedimentare le informazioni e ripassarle.

Ma perchè i ripassi sono importanti nello studio? E che cosa bisogna ripassare e in quanto tempo?

La nostra mente, per motivi “ecologici” tende a dimenticare le informazioni dopo pochissimo tempo, ma non si tratta di avere scarsa memoria (vedi anche Come funziona la nostra memoria). Le informazioni che non vengono fissate nella memoria a lungo termine vengono per così dire abbandonate, per lo meno a livello conscio, quindi non sono facili da recuperare. Mentre le informazioni che sappiamo ci saranno utili vengono fissate nella memoria a lungo termine permettendoci di avere un ricordo forte e sicuro delle stesse.

Quindi i ripassi programmati ci aiutano quando studiamo a fissare nella memoria a lungo termine le informazioni, i concetti, le nozioni che vogliamo ricordare per molto tempo.

I ripassi programmati servono per non spendere tempo ed energie inutilmente.

Cosa bisogna ripassare? Quello che ci serve, solo ed esclusivamente quello. Se abbiamo degli schemi o delle mappe mentali utilizzeremo quelle come strumento del ripasso. Infatti sulla mappa mentale possiamo riportare i concetti e le parole chiave del testo che dobbiamo studiare in modo da poter avere una visione completa delle cose importanti da sapere (vedi anche Organizzare lo studio).

I ripassi programmati durano ognuno pochi minuti e vanno effettuati secondo questo schema:

  • primo ripasso dopo un’ora – (dopo un ora di studio farò una pausa e poi il primo ripasso
  • secondo ripasso dopo un giorno – (prima di iniziare a studiare farò un ripasso di ciò che ho studiato il giorno precedente)
  • terzo ripasso dopo una settimana – (prima di iniziare a studiare farò un ripasso di ciò che ho studiato la settimana precedente, ovviamente sempre in riferimento allo stesso esame o argomento)
  • quarto ripasso dopo un mese.

Vuoi saperne di più? Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato”.

Leave a Reply