Archive for March, 2011

Quando studiamo ci sono materie facili da ricordare, come la storia, la letteratura o la geografia. Una delle difficoltà più grandi incontrate dagli studenti è quella di memorizzare le formule. Che siano di matematica, fisica o chimica. I numeri spesso non ci entrano proprio in testa. Ma per quale motivo succede? Sappiamo che la nostra mente ha molta più facilità nel ricordare immagini e informazioni che ci colpiscono emotivamente. Ad esempio riusciamo a ricordare con facilità la trama di un film, il testo di una canzone che abbiamo associato ad un momento particolare della nostra vita. Un altro esempio può essere un testo di storia. Quasi tutti ricordiamo quali sono stati gli eventi principali della rivoluzione francese o della prima guerra mondiale, riusciamo anche a ricordare i nomi di alcuni dei personaggi principali di questi eventi (vedi anche Come memorizzare la storia dell’Europa)

Quindi se riusciamo a ricordare anche a distanza di tempo la storia, un film o una canzone, perchè non dovremmo riuscire a ricordare, per lo meno nel breve tempo le formule che ci servono?

Read the rest of this entry »

Nei post precedenti abbiamo visto come il Brainstorming sia una chiara manifestazione del grande potere creare idee e associazioni della nostra mente. Nel post di oggi andremo ad analizzare il sistema di elaborazione del pensiero radiale del cervello e come il brainstorming (vedi anche Brainstorming e creatività) affiancato alle mappe mentali sia in grado di amplire in maniera notevole i poteri associativi della nostra mente.

Proviamo a fare un esercizio, cominciando a costruire una mini Mappa mentale. Al centro della nostra mappa scriveremo la parola “ felicità”. Partendo dal nucleo costruiamo dieci rami principali sui quali scriveremo altrettente parole chiave che ci vengono in mente pensando alla parola felicità. Non dobbiamo pensare troppo alle parole che scriveremo, dovranno essere assolutamente spontanee. Read the rest of this entry »

Quanti momenti imbarazzanti abbiamo vissuto nella nostra vita quando non riusciavamo a ricordare il nome di una persona appena conosciuta?

Ma perchè spesso ci riesce così difficile ricordare i nomi delle persone? Siamo davvero così smemorati? O è solo una questione di attenzione. Se proviamo a far caso a quando ci presentiamo ad una persona nuova possiamo notare che spesso siamo più concentrati a fare due cose, la prima a dire il nostro nome, la seconda alla stretta di mano,e non ascoltiamo il nome che ci viene detto.

Quindi una delle cose fondamentali da fare quando ci presentiamo ad una persona nuova è ASCOLTARE con attenzione il suo nome.

La seconda cosa da fare è ripeterlo almeno un paio di volte nella nostra mente. Arriva il momento di memorizzare nomi e visi di persone che abbiamo appena conosciuto. Come fare?

Read the rest of this entry »

Ciao a tutti,
relativamente a quanto svolto in aula, ti chiedo di esercitarti sul riconoscere tutte le violazioni linguistiche che troverai in questo genere di testo riportato.
Anche se ti sembrerà strano leggere quanto sto per riportarti, nella modalità con i quali vengono trascritti gli oroscopi contengono molte forme linguistiche manipolative.
Ti chiedo quindi di riconoscerle riportando nello spazio dei commenti tutte le

  • CANCELLAZIONI,
  • DISTORSIONI E
  • GENERALIZZAZIONI

che troverai,
mentre lo farai riporta di fianco anche le relative domande “Metamodello” che ti possono permettere di aprire il messaggio. Read the rest of this entry »

Memorizzare velocemente e ricordare nel lungo termine (vedi anche Memoria a breve termine e a lungo termine)le informazioni è un’aspirazione di molti studenti e non. Ma Quanti riescono a raggiugere questo obiettivo realmente? Quante volte ci è successo di studiare qualcosa e non riuscire a ricordarlo? Quante volte invece ci è capitato di vedere o sentire una cosa una volta sola e ricordarla a distanza addirittura di anni?

Se ci sono informazioni che riusciamo a ricordare con facilità anche nel lungo periodo vuol dire che la nostra mente è capace di farlo.

Cerchiamo di capire come funziona la nostra memoria.

Prima di tutto dobbiamo ricordare che la nostra memoria è strutturata per ricordare con più facilità le informazioni che presentano le seguenti caratteristiche: Read the rest of this entry »

Nel post predente abbiamo affrontato la proma fase della tecnica di studio organico con le mappe mentali.

Abbiamo visto che nella fase di preparazione ci occupiamo di costruire le basi del nostro studio. La seconda fase che andremo ad affrontare invece avremo una visione più dettagliata degli argomenti da studiare, ci uccuperemo della comprensione e della memorizzazione del testo.

Seconda fase: APPLICAZIONE

  • Panoramica, faremo una nuova scorsa del testo in modo più approfondito, useremo le domande e gli obiettivi che abbiamo stabilito nella prima fase per selezionare le informazioni fondamentali.
  • Anteprima, una volta stabilita la struttura base delle informazioni cominceremo a scendere nel dettaglio concentrandoci sulla parte iniziale e finale della parti più rilevanti. In questo modo eviteremo di prestare attenzione ai concetti non importanti e che possono essere esclusi. Read the rest of this entry »