Le prospettive dell’economia mondiale, insieme al declino della domanda dell’ex Unione Sovietica, portano a delineare per i prossimi due o tre anni uno scenario caratterizzato da modesti incrementi della domanda mondiale di energia. Solo successivamente i consumi dovrebbero subire un’accelerazione trainata dalla forte crescita dei fabbisogni dei paesi in via di sviluppo e dal recupero atteso nell’ex URSS.

Il baricentro dei consumi mondiali tenderà così a spostarsi dall’OCSE e dai Paesi dell’Est europeo, per avvicinarsi ai Paesi in via di sviluppo, quelli asiatici, in particolare, dove notevoli sono le prospettive di crescita demografica ed economica.

L’indice dell’intensità energetica è previsto in riduzione, dopo l’attuale fase di stazionarietà, per effetto del progresso tecnologico, di un uso sempre più efficiente dell’energia nonché del maggior peso assunto,nelle economie occidentali, dai servizi a minore intensità energetica, rispetto alle attività industriali.

Non vanno neppure trascurati gli impegni assunti a livello internazionale per una maggiore efficienza nell’uso dell’energia specie da parte dei Paesi avanzati.

Le fonti che presentano le migliori prospettive nel soddisfacimento della domanda mondiale sono il gas naturale e il petrolio, almeno sino all’orizzonte 2005, quando potrà aversi una maggiore disponibilità di fonti e di alternative tecnologiche a costi competitivi.

Le previsioni dei consumi energetici europei al ‘98 ed al 2005 – sostanzialmente in linea con quanto si prevede per l’intera area OCSE – indicano, con un ciclo economico di nuovo favorevole, crescite contenute della domanda complessiva di energia (lo 0,8% m.a. tra il ‘98 e il 2005).

Questo scenario è sostenuto da un’ipotesi di ulteriore crescita dell’indice dell’intensità energetica, dopo la stasi degli ultimi anni, che potrebbe raggiungere 0,37 tep (tonnellate equivalenti di petrolio) per 1000$ di GDP (Gross Domestic Product = Prodotto Interno Lordo) al 2000 ed addirittura quota 0,34 al 2005 facendo ricorso a tecnologie energy saving, sia nelle fasi di trasformazione sia in quelle di utilizzo.

A livello di singola fonte si prevede:

- possibilità di recuperi limitati per il carbone (0,1 % tra il ‘98 e il 2005);

- crescita contenuta del petrolio (0,4% tra il ‘98 e il 2005);

- crescita consistente della domanda di gas (2,5% tra il ‘98 e il 2005).

dati ENEA 1998

Tempo di lettura: ………. Parole testo: 360

13

LETTURA VELOCE

1. La domanda mondiale di energia nell’anno 2001, rispetto al 1998 sarà caratterizzata da:

A. un modesto aumento

B. una stagnazione

C. un’accelerazione

2. Che cosa ci si attende dalla Russia, negli anni dopo il 2001?

A. uno sviluppo della produzione industriale

B. una maggiore richiesta di fi nanziamenti

C. un ulteriore declino della produzione

3. Che cos’è l’OCSE?

A. un’organizzazione per la consulenza sociale ed educativa

B. un’organizzazione per il commercio sud – Est

C. un’organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico

4. Che cosa signifi ca l’espressione “baricentro dei consumi mondiali”?

A. il punto più basso nell’indice di sviluppo dei consumi mondiali di energia

B. punto di equilibrio nel quale si può immaginare di concentrare i consumi energetici mondiali

C. il punto di maggiore crescita nell’indice di sviluppo dei consumi mondiali di energia

5. Come viene defi nito l’indice dell’intensità energetica riferito al momento attuale?

A. in riduzione

B. stazionario

C. in incremento

6. Per i prossimi anni, nelle economie occidentali, come si può valutare il peso delle attività industriali rispetto ai servizi a minore intensità energetica?

A. maggiore

B. minore

C. uguale

7. Per quale data è ragionevole prevedere una maggiore disponibilità di fonti di energia e di alternative tecnologiche a costi competitivi?

A. dopo il 2005

B. entro il 2005

C. nei prossimi tre anni

LETTURA VELOCE

8. Che cosa signifi ca la sigla m.a?

A. media annuale

B. misurazione americana

C. massimo applicabile

9. Che cosa sono le tecnologie energy saving?

A. tecnologie compatibili con la tutela dell’ambiente

B. tecnologie che utilizzano fonti energetiche naturali

C. tecnologie rivolte al risparmio energetico

10. Considera il dato riguardante la crescita della domanda di gas nel periodo tra il ‘98 e il 2005 e mettilo a confronto col tasso di crescita della domanda totale di energia nello stesso periodo. Quale rapporto rilevi?

A. è praticamente identico

B. è inferiore di tre volte

C. è superiore di oltre tre volte

PAM =

C =

Leave a Reply