Torniamo a parlare nel post di oggi di mappe mentali

Come già anticipato nei post precedenti il grande potere delle mappe mentali è quello di permetterci di creare, risolvere problemi, pianificare, prendere appunti, memorizzare e studiare testi in poco tempo e con estrema efficacia (vedi anche Come impiegare le mappe mentali)Se ci pensiamo bene, sono tutte capacità richieste in un modo o nell’altro nell’ambito lavorativo, scolastico e l’obiettivo personale di molti di noi.

Le mappe mentali proprio per la loro struttura radiale richiamano la struttura delle sinapsi neuronali (vedi anche Come funzionano i neuroni..)e per questo sono facilmente leggibili dalla nostra mente. Infatti il nostro pensiero non è lineare come la lingua scritta.

Le mappe mentali seguono una struttura di base ben precisa, ma possono essere utilizzate per qualsiasi tipo di argomento. I fondamenti base delle mappa mentali sono i seguenti:

  • la mappa mentale inizia dal centro del foglio con un’ immagine e il titolo dell’argomento
  • bisogna usare immagini, simboli, codici..;
  • utilizzare le parole chiave e scriverle sui rami della mappa mentale;
  • cercare un immagine per le diverse parole chiave;
  • le linee vanno collegate, partendo dall’immagine centrale, le linee centrali sono più spesse, mentre man mano che ci si allontana del centro le linee diventano più sottili;
  • è possibile usare un codice di colori, personale, disegnando la mappa;
  • evidenziare le associazioni utilizzando anche delle frecce;
  • la mappa dovrà essere chiara, facile da memorizzare.

Le mappe mentali possono essere prodotte in formato cartaceo ma anche in fomato digitale con il supporto di software specifici.

I vantaggi di produrre mappe mentali in formato digitale sono molteplici e le caratteristiche multimediali offerte da molti software permettono di lavorare non solo con immagini, simboli, forme e testi, ma anche con suoni, filmati, ipertesti, rendendo i processi di apprendimento più rapidi e soprattutto più efficaci.

Insomma anche la tecnologia ci viene incontro quando si tratta di imparare ad apprendere. E’ comunque utile prima di iniziare a creare le proprie mappe mentali con il supporto di un software, fare esercizio su carta per imparare a gestire gli spazi, a sintetizzare il testo e a creare le immagini.

Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sul seminario “C.I.A.O. Corso In Apprendimento Organizzato” e scoprirai com poter approfondire l’argomento delle mappe mentali e tanto altro ancora.

Leave a Reply