Nel post di oggi andremo a vedere un’applicazione delle tecniche di memorizzazione nello studio di un testo.
Come già anticipato nei precedenti post sappiamo che le tecniche di memorizzazione essendo estremamente “elastiche” ritrovano un’applicazione in diversi campi, dalla memorizzazione di numeri, vocaboli, vari tipi di informazioni, a poesie, articoli di codice, testi.
Divideremo l’applicazione delle tecniche di memorizzazione delle studio di un testo in fasi.
Fase 1: prima di iniziare a studiare è utile avere la mente sgombra da altri pensieri che possano distoglierci dal nostro studio. Esistono diverse tecniche di concentrazione che ci consentono di raggiungere uno stato di concentrazione ottimale in pochi minuti.
Fase 2: prima di inziare il vero e proprio studio, quindi la lettura e la comprensione del testo è utile “studiare” il libro. Cioè fare una sorta di prima lettura, molto rapida. In questa fase non dobbiamo necessariamente comprendere il testo ma scorrere le pagine del libro per individuarne la struttura. Possiamo partire dal sommario per capire la suddivisione dei vari capitoli e paragrafi, sfogliando le pagine possiamo individuare note e riassunti a fianco del testo che ci aiuteranno successivamente ad individuare i concetti pricipali. In questa fase inoltre terremo a mente le informazioni che già conosciamo sull’argomento per tenere viva l’attenzione e individuare in quali parti del testo sono presenti gli approfondimenti su quelle informazioni.
Fase 3: iniziamo il vero e proprio studio. Passiamo alla lettura del testo, in questa fase l’obiettivo sarà sottolineare i concetti e le parole chiave. E’ importante utilizzare tutti ì supporti del testo, come le note a fianco che soesso riassumono il concetto o i concetti principali di quel capitoli, le parole in corsivo e grassetto che possiamo utilizzare come parole chiave.
Fase 4: riassumere il testo. Contrariamente a come ci hanno insegnato fino ad ora, riassumere in questo caso non significa trascrivere il testo parola per parola, tanto da creare un sempli sunto del libro. In questa fase costruiremo la nostra mappa mentale dell’argomento dove andremo ad inserire i concetti e le parole chiave che abbiamo sottolineato nella fase precedente. Una volta completata la mappa mentale andremo a memorizzarla untilizzando le tecniche di memorizzazione delle immagini.
Fase 5: ripassi. Per poter imprimere nella nostra mente in maniera efficace ciò che abbiamo studiato è utile seguire uno schema di ripassi che ci consentiranno di mantenere un ricordo forte nel lungo periodo. Le mappe mentali andranno riviste a distanza di un’ora poi di un giorno, di una settimana ed infine di un mese. Saranno ripassi brevi di 5 o 10 minuti circa. Infine possiamo anche ripetere ad alta voce l’argomento per acquisire una migliore proprietà di linguaggio in vista dell’esame che affronteremo.

Visita il sito www.formazionepersonale.it e richiedi informazioni sulle tecniche di memorizzazione.

One Response to “TECNICHE DI MEMORIZZAZIONE. APPLICAZIONE NELLO STUDIO DI UN TESTO”

Leave a Reply