Parliamo oggi di pnl e ancoraggi…

Una tecnica che vi tornerà utile durante tutte le fasi del vostro discorso sarà quella

dell’ancoraggio grazie alla quale sarete in grado di collegare certe percezioni,

sensazioni e reazioni a determinati gesti che voi deciderete di utilizzare a tal fine.

Ricordate l’esempio degli odori, musiche od immagini in grado di evocare in voi,

immediatamente, dei ricordi ben precisi?

E quello della canzone che ha fatto da colonna sonora alla vostra storia d’amore più

importante, ascoltando la quale, dopo parecchi anni, riuscite a rivedere le immagini

per tanto tempo conservate nel cassetto della memoria, riprovando le emozioni di uno

sguardo o di una carezza, riuscendo addirittura ad inalare gli odori tipici di quel

tempo ormai passato?

Ed ancora, ricordate l’esempio relativo degli obiettivi esposti dal formatore

unitamente a quelli delle altre società “concorrenti”?

Con un semplice gesto, ad esempio lo spostamento della vostra mano verso la vostra

destra, sono stati illustrati più volte i vostri obiettivi, i sogni condivisi dalla platea, le

mete che siete riusciti a raggiungere fino a quel momento.

Successivamente, parlando delle altre società, è stata spostata la mano verso sinistra,

analizzando in maniera del tutto imparziale le loro caratteristiche.

Allontanando, poi, l’attenzione del pubblico da quanto detto fino a quel momento da

voi, avete introdotto una metafora sul concetto di bene (spostando nuovamente la

mano verso destra) e su ciò che è male (sinistra).

Reiterando questa gestualità, non avete fatto altro che “ancorare” l’immagine positiva

in una direzione e quella negativa nella direzione opposta.

Infine, asserendo la vostra fiducia relativamente alla lungimiranza delle persone

intervenute al vostro discorso, sottolineando l’importanza della libera scelta di

ognuno e concludendo affermando: “Se sceglierete la nostra società (indicate la

vostra destra) od un’altra (sinistra) non importa. Ciò che è importante è che voi

scegliate la strada migliore da percorrere (rivolgete nuovamente la vostra mano verso

destra)”.

Continueremo a parlare di pnl e ancoraggi nel post di domani…

2 Responses to “PNL. GLI ANCORAGGI”

Leave a Reply