Continuiamo l’ultimo post sulla programmzione neuro linguistica e i metaprogrammi…

AFFILIAZIONE:

indica la percezione che un individuo ha in relazione agli altri. Ogni individuo potrà, infatti, essere:

Domande di estrazione:

“Parlami del tuo ambiente di lavoro” “Parlami del tuo gruppo di amici”

“Mi parli della riunione?”

Dalle risposte sarà possibile evincere se il nostro interlocutore è aggregante o disaggregante.

AGGREGANTE

(presta maggiore attenzione al NOI, tende sostanzialmente

a CONDIVIDERE con il gruppo)

Es. Siamo andati tutti assieme in pizzeria, il nostro gruppo è molto unito.

DISAGGREGANTE

(Tende a prestare maggiore attenzione all’”IO”, a se stesso, tende a creare uno spartiacque tra sé ed il resto. Preferisce l’indipendenza)

Es. Sono andato in pizzeria assieme al mio gruppo, io ed il mio gruppo siamo molto uniti.

ATTENZIONE A: identifica l’approccio di ogni individuo agli obiettivi, ossia il modo od il fine che si prefigge per raggiungere un risultato. Pertanto ognuno di noi, a seconda del contesto, potrà prestare attenzione a:

Domande di estrazione:

“Mi parli di un tuo obiettivo?” “Come ti poni di fronte ad un progetto?”

OBIETTIVO

(presta attenzione al raggiungimento dell’obiettivo piuttosto che al “come” tale obiettivo viene raggiunto)

Es. Quando realizzerò questo progetto….

PROCESSO

(presta attenzione a “come” raggiungere l’obiettivo. Ha bisogno di programmare)

Es. Per realizzare questo progetto dovrò necessariamente fare.

Continua nel prossimo post sulla pnl e metaprogrammi

One Response to “I METAPROGRAMMI. CONTINUA…”

Leave a Reply