Torniamo a parlare di linguaggio del corpo. Analizziamo oggi quali messaggi trasmette la posizione delle gambe.

In che modo le gambe prendono parte al linguaggio del corpo?

Come e cosa comunichiamo attraverso le gambe?(vedi anche il linguaggio del corpo, la posizione dei piedi)

Le gambe prendono parte alla comunicazione non verbale fondendosi spesso con i movimenti delle altre parti nell’esprimere un’emozione inconscia. Ogni emozione infatti, emerge ed affiora sul nostro corpo coinvolgendo spesso più di un organo.

I movimenti delle gambe non sono sempre stati gli stessi nel corso della storia umana; nell’uomo le gambe si sono evolute per due funzioni principali:

1)aiutarci a prendere cibo

2)scappare dai pericoli.

Queste due funzionalità sono insite nel nostro cervello anche se in maniera inconscia. Il genere umano ha conosciuto una forte evoluzione delle gambe. Con la posizione eretta, esse sono diventate il sostegno di tutto il corpo, e anche le nostre “condottiere”.

Le gambe vanno quindi a rivelare dove una persona voglia andare.

Se ci troviamo insieme ad una persona e sia le nostre gambe che il nostro busto sono rivolte verso di lei, può essere segno che gradiamo la sua compagnia. Ma se le nostre gambe hanno una direzione opposta rispetto alla posizione della persona che ci è accanto, molto probabilmente vorremmo scappare via da lei. Delle gambe ben salde testimoniano vigore e sicurezza. Viceversa, delle gambe deboli o instabili non testimonieranno solo una debolezza fisica, ma probabilmente anche mancanza di sicurezza o depressione.

Ci sono quattro posizioni principali in cui si possono mettere le gambe partendo da una posizione eretta.

  • Sull’attenti: questa posizione è principalmente neutrale e non vi è interesse ne’ ad andare via ne’ a restare.
  • A gambe divaricate: questa posizione ricorda quella inguinale dell’uomo, ed è come piantare formalmente i piedi a terra per far capire che non si ha intenzione di andare via. Abitualmente indica un atteggiamento di apertura e di predominio.
  • Il piede in avanti: il peso è spostato sull’anca questo porta un piede a spostarsi in avanti. Nei tempi passati questa posizione serviva a mostrare le brache e le calze di buona qualità. È possibile che il piede punti nella direzione dell’uscita e in questo caso le intenzioni sono chiare di un uomo che vuol terminare la conversazione.
  • A gambe incrociate : questo di solito è il comportamento che tengono le persone quando sono circondate da sconosciuti. Accompagnata anche dalle braccia conserte questa posizione indica chiusura, sottomissione o difesa. Nella donna questa posizione esprime voglia di restare, e al contempo accesso negato. Nell’uomo, oltre ad esprimere voglia di restare, si ritiene che sia anche indice di protezione nell’atto di difesa della zona genitale.

Richiedi maggiori informazioni sulla comunicazione efficace e sul linguaggio del corpo.

Leave a Reply