Possiamo definire la Programmazione Neuro Linguistica (PNL) come una delle frontiere più avanzate nell’ambito delle terapie cognitive e comportamentali come disciplina immediata ed efficace. Il concetto di empatia, di rapport, la creazione di modelli comportamentali, l’analisi dei processi comunicativi consci e inconsci fanno in modo che la PNL  sia uno degli strumenti più adatti per studiare i sistemi e  i metodi di apprendimento e di definizione dell’esperienza individuale (vedi PNL le rappresentazioni).

Richard Bandler e John Grinder hanno codificato questa disciplina che è fondamentalmente pratica, una sintesi completa ed efficace tra cibernetica, psicologia, teoria di sistemi e struttura della comunicazione.

La PNL si occupa di descrivere il modo di operare del comportamento umano e il metodo soggettivo sviluppato e utilizzato per conoscere il mondo circostante. Si pone come un insieme di tecniche cognitive e comportamentali, con alla base un concetto teorico ben definito, cioè la ricalcabilità dei processi naturali e la loro riproducibilità.

Spesso la PNL, così come la psicologia e tutte le discipline cognitive, vengono definite come “non—scienza”, secondo il modello galileiano basato su osservazione, descrizione, riproducibilità, ma ha assunto nel tempo un proprio metodo operativo.

La verifica di tipo psicologico è basata su diverse prove dalle quali è difficile trarre delle generalizzazioni, infatti sull’uomo non possiamo fare esperimenti secondo il modello galileiano, e proprio per questo motivo lo studio basato sull’analisi dell’esperienza soggettiva, come teorizzato dalla PNL, diventa fondamentale (vedi PNL il metamodello).

La PNL comunque si muove basandosi su un metodo che richiama un atteggiamento di tipo scientifico ossia il suo metodo è si basa su una serie di tecniche e criteri che scaturiscono da una serie di osservazioni e di raccolta di dati.

La PNL ha creato un modo di osservare le cose incentrato sul concetto di funzionalità, ha rinnovato le basi dell’apprendere rimettendo in gioco l’osservazione dei fenomeni comportamentali.

Possiamo dire che la grande innovazione della Programmazione Neuro Linguistica sia la capacità di creare nuovi schemi mentali e metodi nuovi, del resto questo è ciò che sta alla base dell’evoluzione stessa.

Continueremo a trattare questo argomento nei prossimi post.

2 Responses to “LA PNL E’ UNA SCIENZA?”

Leave a Reply