Oggi parleremo dei segnali subliminali in programmazione neuro linguistica
I segnali subliminali sono di tre tipi:
1. Gradimento
2. Rifiuto
3. Tensione emozionale
I segnali di gradimento esprimono fisiologicamente compiacimento, approvazione, apprezzamento, condivisione, soddisfacimento.
Ogni volta che ci mordicchiamo le labbra, che le bagniamo con la lingua, che ci accarezziamo i capelli, che portiamo gli oggetti alla bocca, che accarezziamo il lobo dell’orecchio, significa che ciò che stiamo vedendo od ascoltando provoca in noi delle sensazioni positive.
Nel caso in cui, invece, fossimo in disaccordo con il nostro interlocutore, non sarà raro vedere
segnali di rifiuto.
Essi consistono in una serie di gesti che esprimono solitamente un disagio od una mancanza di condivisione: quando allontaniamo gli oggetti da noi (ad esempio le molliche dal tavolo ) ovvero quando sfioriamo – con un gesto di allontanamento – il nostro naso con il dito, in seguito ad un prurito insopportabile, significa che la situazione contingente, l’oggetto della comunicazione, determinati concetti espressi non riscontrano la nostra approvazione.
Immaginate, per esempio, di esporre ad un potenziale cliente le caratteristiche principali del servizio da voi offerto.
Nel momento stesso in cui l’interlocutore annuirà, confermandovi di avere perfettamente compreso nei dettagli quanto da voi spiegato, osservate attentamente i gesti da lui compiuti: se asserirà di condividere assolutamente la convenienza di un determinato servizio e, nel far ciò, si accarezzerà i capelli o si passerà la lingua sulle labbra, potete star certi che il vostro messaggio ha sortito gli effetti da voi desiderati. Nel caso opposto, ad esempio qualora il cliente – nell’esprimere la stessa apparente convinzione – si allontanasse prossemicamente da voi ovvero si spazzolasse la giacca, dovrete necessariamente riconsiderare quanto da voi esposto fino a quel momento al fine di ristrutturare i concetti e di renderli più “appetibili” per il vostro interlocutore!
Continueremo l’argomento programmazione neuro linguistica e i segnali subliminali nel prossimo post…

3 Responses to “PROGRAMMAZIONE NEURO LINGUISTICA. SEGNALI SUBLIMINALI”

Leave a Reply