Continuiamo il post di ieri sulla gestione del tempo.

Le cause di una gestione del tempo insoddisfacente possono essere tre:

1) l’incapacità di fissare priorità;

2) l’incapacità di organizzarsi intorno alle proprie priorità;

3) la mancanza dell’autodisciplina necessaria per eseguire tali priorità, attenendosi ad esse

Per imparare a risparmiare tempo, però, bisogna investirne un po’, almeno all’inizio, e concentrarsi sui tre percorsi visti sopra che, riassunti, possono diventare: imparare ad occupare il tempo che abbiamo a disposizione con le cose più importanti, in nostri obiettivi e i nostri valori (vedi come descrivere valori, crieteri e credenze in pnl), gestendolo al meglio.

FISSARE LE PRIORITÀ

Per trovare la strada migliore e le azioni giuste da fare, per raggiunge i nostri obiettivi giornalieri occorrerà partire dalle basi facendoci le solite domande:

  • chi?
  • cosa?
  • quando?
  • dove
  • perché?
  • come?

Una volta stabiliti gli obiettivi e il loro ordine di importanza in attività minori, occorrerà stabilire quanto tempo dedicare ad ognuno di essi. E’ importante ricordare di lasciare un po’ di spazio per gli eventuali imprevisti.

RISPETTARE LE PRIORITÀ

Cercate di avere ben in vista la lista degli obiettivi da raggiungere.

Fate in modo di una fotografia chiara di quali percentuali del vostro tempo spendete per fare alcune cose.

Tutte le attività andranno dunque suddivise in opportune categorie.

Creare un elenco di attività con le relative tempistiche vi aiuterà a:

- concentrarvi sui compiti da svolgere e stanziare il tempo necessario per il loro svolgimento

- avere uno schema di lavoro per fissare aspettative e confini temporali. Se il calendario è pieno dovrete per forza rivedere alcune priorità

- concentrare i lavori importanti o creativi nei momenti di maggior picco di energia (ad esempio la mattina presto)

- migliorare la stima delle tempistiche

- non saturare ogni minuto a disposizione per lasciare, così, lo spazio necessario anche alla gestione delle emergenze

- identificare facilmente le cose da fare quando vi ritrovate con del tempo libero inaspettato

- decidere a che ora volete uscire dall’ufficio e programmare a ritroso la vostra giornata, partendo dalle priorità.

SVILUPPARE L’AUTODISCIPLINA NECESSARIA PER DEDICARCI ALLE PRIORITÀ

E’ arrivato il momento di imparare a gestire il tempo  senza sprechi e seguendo un piano.

Ma quali sono gli ostacoli più comuni che si incontrano cercando di gestire meglio il nostro tempo?

- un ambiente di lavoro caotico, che disturba;

- uno spazio lavorativo poco organizzato;

- una tendenza a procrastinare e a rimandare.

Riconoscere qual è il nostro problema è già il primo passo necessario per risolverlo.

Ricordiamoci che questi cambiamenti non avverranno da un giorno all’altro ma richiederanno costante applicazione.

L’obiettivo non è essere perfetti subito ma migliorare giorno dopo giorno.

2 Responses to “LA GESTIONE DEL TEMPO, QUALI SONO LE NOSTRE PRIORITA’?”

Leave a Reply