Parliamo oggi del corso in microespressioni facciali.

Freud scriveva: «Chi ha occhi per vedere e orecchi per udire può convincersi che nessun mortale può tenere un segreto. Se le sue labbra tacciono, parlerà con la punta delle dita; ciò che lo tradisce gli trasuda da tutti i pori»

Cogliere sul fatto la bugia potrebbe non essere così facile come sosteneva Freud è vero anche che non è impossibile grazie allo studio delle microespressioni facciali.

Il geniale Paul Ekman è quasi sempre nel giusto. Emerito professore di psicologia all’Università di S.Francisco, California, partendo dallo studio del linguaggio del corpo ha poi studiato le espressioni umane per 40 anni. Ha catalogato più di 10.000 possibili combinazioni di movimenti dei muscoli facciali e ha scoperto come individuare i cambiamenti rapidi involontari, chiamati microespressioni, che sfuggono anche al controllo del migliore dei bugiardi.

Il sistema delle F.A.C.S. rende possibile descrivere e classificare qualsiasi espressione facciale basandosi su combinazioni di 43 unità di movimenti facciali. I 43 elementi determinano più di 10.000 combinazioni. Gli studiosi catalogarono ogni combinazione attraverso un FACS number, i nomi latini per i muscoli coinvolti  e l’emozione associata.
Un aspetto molto interessante di questo inventario è che molte combinazioni di muscoli non significano assolutamente niente.

Nel corso in microespressioni facciali ti verrà insegnato che sono 6 le emozioni principali che danno vita ad una microespressione;

vediamo un po’ quali sono:

- Rabbia

- Disprezzo

- Tristezza

- Sorpesa

- Paura

- Felicità

Le espressioni facciali derivano da un duplice sistema, quello volontario e quello involontario, ed è anche per questa ragione che spesso sono difficili da decodificare e spesso anche molto equivoche: infatti se i due sistemi lavorano in contemporanea allora siamo capaci di mentire e dire la verità allo stesso tempo.

Le espressioni vere, di solito, è difficile emularle alla perfezione, e nello svilupparsi  attivano il movimento istintivo di alcune regioni muscolari del viso .
Quelle false invece sono volontarie e si usano o per  coprire ciò che si sente realmente oppure per manifestare qualcosa che non si prova in realtà.

Nel corso in microespressioni facciali (FACS) potrai apprendere e mettere in pratica tutte queste nozioni… Richiedi informazioni.

One Response to “CORSO IN MICROESPRESSIONI FACCIALI”

Leave a Reply