Parliamo oggi del metamodello per gli appassionati di Programmazione Neuro Linguistica – PNL –

Come molti sanno la PNL nasce dallo studio delle persone
di “successo”. Si sono cercate (all’inizio casualmente) le
persone che riuscivano a fare bene le cose e
successivamente si sono studiate.

Questo studio in PNL prende il nome di “modellamento”,
cioè la sistematizzazione di quegli elementi e strategie che
fanno la differenza.

Così se voglio imparare a fare una pizza ho tre scelte:
1) comprare un libro di ricette per la pizza
2) proseguo per prove ed errori…
3) andare dal mio amico Michele…che ha una certa
esperienza ed osservarlo sul lavoro.

La PNL ha osservato i pizzaioli all’opera…con la grande
fortuna di NON essere dei pizzaioli.

Questo gli ha permesso di astrarsi dal contesto
(in quel periodo quello terapeutico)
e di vedere le cose dall’alto.

Da questo studio nasce il Metamodello…ossia un’insieme
di domande per poter indagare il modello del mondo
della persona che abbiamo preso a modello.

L’insegnamento del metamodello, soprattutto in Italia, è
rimasto fermo alla sua prima forumulazione. Pochi oggi
seguono i suoi sviluppi e ne rendono partecipi i loro
corsisti.

Il Metamodello nel corso dei 30 anni di studi della PNL
è stato modificato molte volte. Ogni trainer ha aggiunto,
cambiato o eliminato categorie e sconvolto la sua struttura.

Il Metamodello viene presentato per la prima volta al pubblico
nel libro “la struttura della magia” nel 1975. Un libro
impegnativo, scritto secondo dogmi accademici…
destinato a diventare il primo libro di
Programmazione Neuro Linguistica

Continua nel prossimo post… (vedi Il metamodello – PNL)

3 Responses to “PNL. IL METAMODELLO”

Leave a Reply