Parliamo oggi della “mappa mentale della creatività”

Il mind mapping (le mappe mentali) è utilissimo per risvegliare la creatività (vedi sviluppo creatività) e, per usare un’espressione leonardiana, “destrarre lo ingegno a varie inventioni”.

Pensate a un’idea che vorreste approfondire oppure a un interrogativo, a una problematica che richieda una riconsiderazione. Prendete un grosso foglio di carta e, al centro, disegnate il vostro argomento. Ora fate delle libere associazioni con questo disegno e diramatele: il maestro suggeriva di associare immagini liberamente ad “alcuni muri imbrattati di varie macchie o pietre di vari misti”.

Se lasciate spaziare la mente, riuscirete a vedere “infinite cose, le quali potrai ridurre in integra e bona forma”.

Se vi viene un’idea “fuori luogo”, inseritela nella mappa e andate avanti. Spesso le associazioni assurde e insolite conducono a soluzioni creative. Ricordate che anche il più grande genio di tutti i tempi temeva che il suo esercizio sulle macchie “nova inventione di speculatione [...] paria piccola e quasi degna di riso”. Ciò malgrado non si lasciava intimidire, e nemmeno voi dovreste.

- Dopo aver prodotto un’abbondanza, se non un’infinità di associazioni, fermatevi un momento per “covarle”.

- Dopo la pausa tornate alla vostra mappa mentale e scatenate un’altra ondata di associazioni.

- Dopo un’altra pausa, esaminate il quadro complessivo delle vostre associazioni e individuate le connessioni e i temi che emergono.

- Infine “ridurre in integra e bona forma”. In altre parole, semplificate la mappa mentale affinché rifletta le vostre considerazioni più efficaci; riordinate i rami in modo che rispecchino la nuova organizzazione dei vostri pensieri.

Dopo aver usato per la prima volta una mappa mentale per “imparare a mente”, un dodicenne Soweto, in Sudafrica, ha scritto: “Prima [...] credevo di non essere molto intelligente. Ora invece so di avere un cervello fantastico, e la scuola è diventata molto più facile!”. Un manager di una società informatica giapponese ha usato il mind mapping per creare un piano strategico: “Vi ringrazio moltissimo” dice “perché, finalmente, mi avete risvegliato il cervello”…

Anche voi potete iniziare da una mappa mentale… iniziare a utilizzarle per rinforzare la memoria, equilibrare il cervello e “destrare lo ingegno a varie inventioni”.

Leave a Reply