Questo argomento si ricollega all’ambito delle F.A.C.S., mimica facciale e  microespessioni (vedi microespressioni facciali. E’ tutto vero?).

Il mondo delle microespressioni facciali si può dividere in due parti:

- Ricerca

- Applicazione

Potremmo parlare per pagine e pagine di come il Dr. Paul Ekman sia arrivato a scoprire le microespressioni facciali e creare il sistema F.A.C.S (Facial Action Coding System), probabilmente però la maggior parte di voi vorrebbe sapere come riconosce le microespressioni facciali e perchè a volte vengono definite emozioni facciali…

Molto semplicemente le microespressioni rappresentano delle emozioni che viviamo in quel momento.

Paul Ekman, indica 6 emozioni principali che formano le microepressioni facciali e le F.A.C.S.:

Collera

Disprezzo

Tristezza

Sorpesa

Paura

Felicità

Consideriamo un aspetto prioritario: le emozioni vengono rappresentate da un insieme di microespressioni facciali (vedi come si sviluppano le microespressioni facciali?)

Per impararle infatti bisogna prima conoscere le 44 A.U. (action unit) indicate da Ekman come le microespressioni singole che può esprimere il nostro volto.

Queste A.U., combinate tra loro, formano 7000 variabili che il nostro volto può rappresentare!

Ecco perchè è fondamentale conoscere una base di anatomia facciale, così da poter distinguere quali muscoli vengono interessati in quella microespressione.

A breve a Genova il corso sulle microespressioni facciali, pacchetti all incllusive per chi viene da fuori Liguria. Richiedi info e inizia anche tu a studiare le microespressioni facciali e le F.A.C.S. (Facial Action Coding System).

3 Responses to “MICROESPRESSIONI FACCIALI. F.A.C.S. (Facial Action Coding System)”

Leave a Reply