Come Einstein sia riuscito a diventare ciò che è stato e che tutt’oggi è in termini di genialità, sembra essere stato, di recente, oggetto di studio di diverse ricerche scientifiche.

Vediamo insieme qualcuno di questi approfondimenti particolarmente interessanti per via della replicabilità che ne è possibile attuare.

Suonare e ascoltare musica non solo sono tecniche potenti in se stesse, ma gli esperimenti condotti hanno anche dimostrato che stimolano la capacità di generare immagini del cervello.

Come già accennato nell’articolo “L’apprendimento veloce e la musica barocca“, alcuni ricercatori del Montreal Neurological Institute, sottoposero dodici persone a vari schemi melodici, scansionandone allo stesso tempo il cervello con la tomografia a emissione di positroni (PET), che realizza un tracciato del flusso sanguigno.

Quando cominciava la musica, il sangue defluiva non solo verso il lobo temporale destro coinvolto nell’udito, ma anche nella regione dietro l’emisfero destro che governa la visione. Dal momento che i soggetti sperimentali tenevano gli occhi chiusi durante questo esperimento, i ricercatori conclusero che la musica doveva aver stimolato automaticamente immagini mentali, quindi questo fornì elementi utili sul come usare la visualizzazione mentale.

L’esperimento condotto a Montreal suggerisce l’idea che tutti noi possiamo reagire “sinestesicamente” alla musica, sebbene nella maggior parte dei casi reprimiamo le immagini prima che raggiungano la nostra mente conscia.

Puoi ascoltare questo genere di musica cliccando sul link, già riportato su dei post precedenti che parlano di tecniche di rilassamento.

Gli scienziati hanno scoperto che certi tipi di musica agiscono come potenti stimolanti dello sviluppo intellettuale, sia sui bambini che sugli adulti.

Da più fonti scientifiche confermano che è durante l’infanzia che l’impatto della musica è più acuto.

Abbiamo articolato ancora meglio questo approfondimento durante “la memoria nella musica“.

Albert Einstein fu un violinista appassionato per la maggior parte della sua vita.

Della sua musica e della ricerca fisica, Einstein diceva:

“Entrambe nascono dalla stessa fonte e sono complementari l’una all’altra…”.

I familiari di Einstein osservarono che la musica sembrava catalizzare il suo processo creativo.

“Ogni volta che sentiva di stare per giungere alla fine di un percorso o di una situazione difficile al lavoro” ricorda suo figlio maggiore, ” si rifugiava nella musica, e questo, di solito, risolveva tutte le sue difficoltà.”

La sorella di Einstein osservò che suonare sembrava “metterlo in un piacevole stato mentale, che facilitava la sua riflessione”.

Mentre si scervellava nel risolvere qualche problema legato alle formule scientifiche, Einstein suonava appunto il violino finchè, improvvisamente, si alzava in piedi e dichiarava: “Ecco, ora ci sono!”.

“Gli era improvvisamente apparsa una soluzione”, aggiunse sua sorella.

Suonare calmava l’animo di Einstein e apriva la strada verso il suo subconscio. Il suo modo di apprendere veloce e la sua mente inconscia creavano dei fortissimi legami/associazioni a livello neurale.

Ma forse ha fatto molto di più…

Einstein cominciò a suonare il violino all’età di sei anni, quando la sua finestra dell’infanzia era ancora spalancata.

Prima dei quindici anni, eseguiva già sonate di Beethoven e di Mozart, oltre a passare molte ore a fare improvvisazioni al pianoforte.

Einstein potrebbe essersi inconsapevolmente esposto ad uno dei metodi più potenti in assoluto per costruire l’intelligenza, proprio durante gli anni dell’infanzia in cui gli avrebbe maggiormente giovato.

Una grande porzione del prodigioso intelletto di Einstein adulto potrebbe essere derivata da questa educazione infantile ricevuta al momento giusto.

Se è vero che i primi anni di crescita che abbiamo avuto da piccoli ci ha influenzato fortemente, nulla ci vieta di capire quale altre incredibili scoperte possiamo fare su noi stessi ancora oggi.

Visita la sezione i nostri corsi sul nostro sito e scarica la scheda dettagliata del corso sulle tecniche di memoria Ciao e accorgiti di quanto, oggi, puoi acquisire semplicemente iniziando ad aumentare il tuo livello di complessità mentale esattamente come Einstein faceva anche in età adulta.

6 Responses to “COME EINSTEIN…”

  • [...] Come Einstein diceva, comprendere come funzionino questi fenomeni richiede una visione elastica e più ampia sulla coscienza degli esseri umani. Se, come per molti scienziati attuali, la mente umana è simile a un computer, non potremo mai spiegare alcune intuizioni di questo tipo. A meno che non pensiamo possibile che il nostro computer possa “connettersi a internet”. [...]

  • [...] come Einstein ha predetto, la nuova idea viene accettata anche dagli stessi che inizialmente l’avevano [...]

  • Creating and selling computer games is at the moment a worthwhile business. It be compelled be clever to do it. Individuals give birth to no chance of it to break in to conflict with the large companies confusing in making games. More and more teenagers and regular children’s passion for the purpose games. We obligation wherefore form such that they literally determine enchanting to beat the market. And to conceive just such a bold [url=http://www.katalog.generala.pl/strona_2939-darmowe-gry-pl/]gry[/url] oraz [url=http://www.nbcgss.ca/SMF/index.php?action=profile;u=1737;sa=summary]darmowe gry [/url]
    need to be a massive pecuniary outlay. Today the market is elephantine competition. Computer games force to be really high-frequency blue blood, intriguing, engaging. That also was the plot Devil May Cry. It was published in 2001, but effectuate on it in fact lasted dissimilar months. Producers wanted to fine-tune even the smallest details of Evil one May Cry. They succeeded in this. Knave May Cry job did a great sensation. We are exhilarated to be bought an eye to numberless months. Players from bated breath passed in the wake stages of the engagement, the next function – which has not unexceptionally been easy. It is rare that this was legitimate a round – perfect from genesis to end.

  • My partner and I really enjoyed reading this blog post, I was just itching to know do you trade featured posts? I am always trying to find someone to make trades with and merely thought I would ask.

  • Really nice post,thank you, best website ever

Leave a Reply