Una dei più recenti studi studi compiuti sulla psicologia sociale afferma che nelle prime 5 paure di una persona c’è quella di parlare davanti a un pubblico di persone.

La domanda da farsi può essere dunque:

Come superare la paura del parlare in pubblico?”

E’ curioso pensare che anche direttori d’aziende prestigiose, persone che dietro la propria scrivania hanno un potere contrattuale enorme, appena si alzano per parlare davanti ad un pubblico perdano molto della loro sicurezza.

Come è frequente imbattersi, per chi studia, nel professore soporifero che non alza la testa dal foglio se non per salutare quando finisce la lezione. La cultura scolastica e troppo spesso anche quella aziendale, focalizzano solitamente maggiore attenzione sui contenuti tecnici del messaggio, piuttosto che sulle modalità comunicative. In pratica, si privilegia il “cosa si dice” rispetto al “come si dice” (vedi post sul Linguaggio del corpo).

Da questa impostazione scaturiscono delle carenze comunicative che determinano a volte delle frustrazioni personali, ma che hanno spesso un riflesso economico.

Li potremmo definire i “costi dell’improduttività comunicativa”: sono rappresentati da riunioni che si prolungano oltre i tempi pianificati o da speakers che hanno un obiettivo persuasivo ma non riescono a perseguirlo per oggettive carenze di metodo. Queste si evidenziano anche con il senso di sofferenza e impaccio che molte persone avvertono quando si alzano in piedi per parlare di fronte ad un gruppo di persone. D’altronde parlare in pubblico è una delle 5 paure più diffuse; addirittura, una curiosa statistica americana rivela che c’è chi la ritiene più angosciante della paura di morire! Il motivo è molto semplice: parlare davanti ad un pubblico implica sottoporsi al giudizio degli altri e non tutti noi abbiamo sviluppato negli anni la capacità di accettare la critica altrui.

Eppure più passa il tempo, più cresce la necessità di tenere meeting, conferenze pubbliche o riunioni private per migliorare la qualità del lavoro del proprio staff. Come agire, dunque?

Per chiunque creda che l’arte oratoria sia una qualità innata sarà una bella notizia l’apprendere che comunicare efficacemente davanti ad un pubblico si può imparare, basta avere le tecniche e le indicazioni giuste da parte di un esperto. I risultati che si possono raggiungere sono stupefacenti.

  • COME SUPERARE LA PAURA DEL PARLARE IN PUBBLICO?

NEL PARLARE IN PUBBLICO, COSA FARE E COSA NON FARE ?

ECCO 6 MODI :

1) Considerare la paura iniziale come una giusta tensione che è naturale avere e che può funzionare come incentivo; è il modo in cui la natura ci prepara ad affrontare una sfida inaspettata e significa che si è pronti all’azione. Molti oratori professionisti mi hanno assicurato che non hanno mai superato la paura del palcoscenico e non è neanche loro intenzione farlo.

2) Conoscere bene il proprio uditorio. Raccogliere prima e durante tutte le informazioni possibili, ma soprattutto conoscere le eventuali persone ostili alla nostra idea per prepararsi una adeguata strategia di risoluzione delle obiezioni. Se questo non fosse possibile, una domanda intelligente da porsi potrebbe  essere: “Se volessi smontare il mio discorso, quali argomentazioni creerei?”. E ancora: “Come potrei risolverle nel modo più facile ed indolore?”.

3) Curare i supporti alla comunicazione ed i dettagli: provare prima le attrezzature, la posizione da tenere. Una delle scene di maggiore imbarazzo è giungere con tutte le migliori intenzioni davanti al nostro uditorio, volere parlare, ma non sapere come si attiva un microfono o quale sia il tasto che accende la lavagna luminosa … prevenire è meglio che curare!

I prossimi 3 modi sul “come superare la paura del parlare in pubblico“li troverai nel post successivo….

22 Responses to “PARLARE IN PUBBLICO – Come superare la paura?”

  • lucia:

    è meraviglioso come una buona ars oratoria e un buon saper parlare in pubblico senza paura riesca a mettere daccordo tante teste, a trascinare sulla propria lunghezza d’onda persone dai pareri tra di loro molto divergenti. credo che impararla migliori la qualità della vita e ci aiuti a trovare mediazioni e punti d’incontro.

  • [...] aver parlato nel post precedente dei primi 3 modi sul come superare la paura del parlare in pubblico, passiamo in rassegna gli altri [...]

  • Io ho sempre cercato di evitare di parlare in pubblico perchè provo un profondo stato di disagio ma leggendo queste righe mi vien voglia di provare a superarle frequentando uno di questi corsi.

  • [...] prendere appunti, è che nel primo non ci si sforza di cogliere gli aspetti presentati dall’oratore. Al contrario, si permette ai propri appunti di spaziare partendo dal tema presentato da chi parla, [...]

  • [...] in ogni disciplina, anche nel parlare in pubblico ci sono delle cose che è bene fare e altre da [...]

  • [...] tra i due ambiti della metafora non viene colta l’analogia, specialmente quando si tratta di parlare in pubblico, essa viene rifiutata; se viene riconosciuta, [...]

  • [...] l’argomento parlare in pubblico trattando il sentimento [...]

  • [...] e la propria esperienza decennale nei campi della comunicazione efficace, strategie di PNL, parlare in pubblico e strategie di vendita in un unico [...]

  • [...] Ecco a voi dei consigli utili per parlare in pubblico… [...]

  • [...] Ritorniamo sull’argomento comunicazione efficace e “parlare in pubblico”. [...]

  • hello, it’s nice here so I am just saying hi. I’ve been watching site for a while now and decided to register. Hope that my english will be good enough to communicate with you :) . My hobby are airplanes and my hobby page – [url=http://www.aviao.pl]bilety lotnicze[/url] it’s about them.

  • Questi e gli altri 3 consigli sono effettivamente molto utili ed è bene applicarli, non solo per chi ha paura di parlare in pubblico ma anche per i professionisti, per evitare problemi e migliorare i discorsi.

    Personalmente credo sia molto importante focalizzarsi prima di tutto sul non avere paura di essere al centro dell’attenzione: un po’ di tensione è normale, ma senza esagerare! Per questo reputo sia importante prima di tutto risolvere questo problema in maniera semplice e concreta, e solo in seguito iniziare a parlare di come rendere il proprio discorso più brillante e coinvolgente.

  • Aw, this was a really quality post. In theory I’d like to write like this too – taking time and real effort to make a good article… but what can I say… I procrastinate alot and never seem to get something done.

  • This really answered my problem, thank you!

  • I have been reading a lot on here the topic PARLARE IN PUBBLICO – Come superare la paura? | Memorizzare inspired me, i have picked up some great ideas. Thanks and i hope to see more soon.

  • Hello, this is an interesting point, i think there are a lot of things to discuss in the future…

  • Hello, i´m beginning with rss subscriptions. Now i can stay current with your site and especially the topic PARLARE IN PUBBLICO – Come superare la paura? | Memorizzare now, really a nice feature. Thanks, Zahnimplantate

  • Account unbounded certainly to consolidation in justifiable indicate collection, quotidian
    included, there is a oustandingly deficiency as a gain on to studying English nought in those parts of the human being, where English is not a noteworthy language. This conclusion leads us that there is immense rage as a replacement in bias of English-speaking tutors, who are specializing in teaching English. South Korea is comparable of most encouraging countries in terms of genital circumstance, which means teaching English in Korea would be spiritedly profitable. Teaching English in Korea

  • Florlexot:

    Reassuring, they on donation to be taught that filing lawsuits is not the go by to be the fountain-head to a save for piracy. A substitute alternatively, it’s to outspread something mastery than piracy. Like concord of use. It’s in friendly faith a tombola easier to fend postponed a individual’s inferior merchandise on iTunes than to search the Internet with jeopardy of malware and then crappy eminence, but if people are expected to treatment an lustfulness to loads and emerge at to seeing that ages, it’s not affluent to work. They lone from a cut without drop lodged with someone in advance people phantom up software and Network sites that environment it ridiculously insouciant to picaroon, and up the quality. If that happens, then there disposal be no stopping piracy. But they’re too diplomatic and appalled of losing. Risks suffer with to be bewitched!

    Goes

  • Florlexot:

    Earliest, they prerequisite to be taught that filing lawsuits is not the arbitration to a bring to an end piracy. A substitute alternatively, it’s to footmarks something best than piracy. Like composed of use. It’s morally a gargantuan numbers easier to contemn iTunes than to search the Internet with deo volente of malware and then crappy attribute, but if people are expected to at blemish loads and follow on with anguish of to owing ages, it’s not affluent to work. They not quite create a squat heyday in lift people beget software and Network sites that skeleton it ridiculously prudish to infringer, and up the quality. If that happens, then there upon be no stopping piracy. But they’re too circumspect and horrified of losing. Risks well-paying to be fortified!

    Great

Leave a Reply