È possibile render visibili i nostri pensieri?

Dar loro una forma, un colore, un’immagine, renderli vividi e concreti davanti ai nostri occhi?

La risposta è sì!

ecco a voi le mappe mentali, strategie straordinarie che permettono una libera e creativa espressione del nostro pensiero.

È proprio in lui, nel pensiero, l’immensa facoltà della nostra mente, che risiede la fonte dell’intelligenza, delle intuizioni, della creatività e dell’immaginazione; e basta ammirarne la grandezza per accorgersi che non conosce limiti né confini .

In che modo, grazie  al metodo delle mappe mentali, il pensiero  può prendere vita?

La risposta ci giunge dal loro ideatore, Tony Buzan.

  • Egli, partendo dall’esplorazione dei processi neuronali, ci parla delle mappe mentali come una strategia originale ed efficace per donare libera espressione, ordine e concretezza, all’infinito intreccio dei nostri pensieri, poiché ne riflettono la struttura radiante.

Confrontando da vicino il funzionamento del pensiero, la struttura di un neurone e di una mappa mentale, scopriremo dei dati sorprendenti.

Esplorando anche solo per un attimo l’immenso  universo della nostra mente, noteremo qualcosa di meraviglioso: l’eccezionale facilità con la quale il pensiero  si diverte a creare connessioni, associazioni tra immagini, sensazioni, ricordi ed argomenti più disparati.. gli basta un punto di partenza e nulla potrà fermarlo.

Grazie alla sua natura  radiante esso è capace di irradiarsi in ogni direzione, dando vita ad un processo infinito. Ogni volta che pensiamo, che ricordiamo, che fissiamo informazioni di qualsiasi tipo nella nostra memoria, le nostre cellule cerebrali, dette neuroni, si connettono tra di loro, generando nella corteccia cerebrale delle tracce indelebili,  dette sinapsi.

Nell’intrecciato e continuo movimento tra immagini, ricordi, argomenti più disparati, il numero delle nostre connessioni sinaptiche cresce in maniera esponenziale, e il nostro pensiero si irradia in ogni direzione, come i raggi del sole.

…Rivolgiamo ora rapidamente il nostro sguardo sulla struttura e la funzione di un neurone: esso è formato da un corpo centrale, detto nucleo.

Da esso si originano dei prolungamenti lunghi e spessi detti assoni, ottimo conduttori che irradieranno informazioni ed impulsi nervosi verso altre cellule esterne. Dagli assoni nasceranno ulteriori prolungamenti più corti e sottili dalla diramazione ad albero, detti dentriti.

Essi ricevono segnali dai neuroni afferenti. Le interconnessioni tra neuroni sono invece le sinapsi.

Continueremo a parlare della mappa mentale nello studio nel post domani…

3 Responses to “LE MAPPE MENTALI. COSA SONO E COME SI COSTRUISCONO (PARTE 1)”

Leave a Reply