La memorizzazione è una delle più importanti funzioni svolte dal cervello.

Si può schematizzare didatticamente come un recipiente di capacità enorme.

La memoria contiene un’incredibile quantità di informazioni che ci permettono di riconoscere persone, cibi ed oggetti, di leggere un testo come questo e di andare in bicicletta.

I metodi di memorizzazione più comuni al giorno d’oggi (ripetizione in primis) sono davvero poco efficaci; nonostante questo essi continuano a venire utilizzati largamente in tutti i sistemi scolastici ed educativi.
Questa lezione illustra i meccanismi naturali del cervello su cui le tecniche di memoria si basano e descrive in maniera teorica come sfruttare questi processi per effettuare una memorizzazione rapida e a lungo termine.
Il cervello è uno strumento molto più potente di quello che comunemente si pensa e in generale, i sistemi di apprendimento utilizzati oggi, tendono a sfruttare solo una minima parte delle sue capacità. Ma quali benefici giungono dallo studio delle mnemotecniche oltre all’evidente maggiore efficacia della memoria? Per rispondere abbiamo bisogno di alcune nozioni teoriche.
La mente può essere schematizzata come l’unione di due facoltà strettamente connesse fra loro:
la memoria, che immagazzina le informazioni e le restituisce quando richieste;
l’intelligenza, che presiede le funzioni di elaborazione delle informazioni.
Le loro prestazioni non sono di facile misurazione ma sicuramente possiamo dire fino ad oggi era impossibile anche solo immaginare che si potessero migliorare.

E che significato ha il memorizzare meglio?

Questa è una di quelle domande che possono realmente fare la differenza in ciò che facciamo, visto che il dilemma diventa più ampio e corrisponde ad un secondo quesito che è: MEMORIZZARE MEGLIO CHE SIGNIFICATO HA?

A nostro modo di vedere memorizzare più velocemente e con più efficacia ha un significato molto più importante del semplice imparare ad apprendere, noi lo chiamiamo in un modo molto semplice ma anche molto incisivo: SPOSTARE I LIMITI. Quanto sia importante nella vita di ognuno di noi vivere la possibilità di scoprire le infinite potenzialità della nostra mente anche solo riuscendo ad aumetare del 30-50% la velocità di memorizzazione lo sa solo chi si sia dato la possibilità di frequentare corsi come il seminario C.i.a.o. (come imparare ad organizzarsi) di cui vanno tutti estremamente fieri per ciò che i partecipanti si siano portati via da tempo.

Grazie ad ognuno dei lettori di aver dato la possibilità di scoprire come le Tecniche di memoria possano rendere più incisivo l’apprendimento di testi, racconti, giornali, libri di qualsiasi difficltà e genere, da Analisi matematica a Kafka, in fin dei conti è solo un metodo, come andare in bicicletta, una volta imparato rimarrà per sempre.

One Response to “LA MEMORIA, CHE COS’E’?”

Leave a Reply